Calcoli renali, terapia mininvasiva: ad Ottaviano convegno sulle nuove metodiche

         dottor Giacomo De Stefano

Una procedura che va a braccetto con le nuove tecnologie grazie alle quali, soprattutto quelle digitali, è stato possibile mettere a punto delle attrezzature mininvasive in grado di offrire una visione endoscopica di qualità con il minor impatto fisico del paziente: E’ la cosiddetta RIRS, Litotrissia Endoscopica Endorenale per via Retrograda, l’ultima tecnica per il trattamento della calcolosi renale. La Casa di Cura Trusso di Ottaviano promuove, in collaborazione con l’I.R.C.C.S Neuromed quale provider dell’evento, il convegno ECM (Educazione Continua in Medicina) dal titolo “RIRS: terapia mininvasiva per la cura dei calcoli renali”. L’incontro si terrà venerdì 30 giugno, a partire dalle ore 14.30, nella sala delle conferenze della Casa di Cura Trusso. Responsabile scientifica del meeting il dottor Giacomo De Stefano, a capo dell’Unità Operativa di Urologia della Casa di Cura Trusso di Ottaviano. “La litotrissia endoscopica endorenale per via retrograda (retrograde intrarenal surgery, RIRS per gli anglosassoni) – spiega il dottor Giacolo De Stefano – rappresenta l’ultima tecnica mininvasiva per il trattamento delle calcolosi renali. Una procedura nata grazie al progresso scientifico, come la tecnologia digitale, la strumentazione endoscopica flessibile di piccole dimensioni e il laser ad Olmio, che ha permesso l’accesso al rene sfruttando le vie naturali, mantenendo uno standard di visione elevato. I vantaggi della RIRS sono molteplici: ad esempio la drastica riduzione dei tempi di degenza e il rapido recupero dopo l’intervento, nonché la riduzione dei tempi di degenza ed il rapido recupero dopo l’intervento, nonché la riduzione degli accessi alle strutture sanitarie e del ricorso alle terapie farmacologiche per coliche renali ricorrenti. Un quadro che fa di questa procedura il presente ed il futuro della terapia dei calcoli.”

Relatori del convegno i dottori Ciro Barba e Roberto Buonopane. Le figure professionali a cui si rivolge il meeting sono i medici di medicina generale, chirurghi, nefrologi, urologi, biologi e tecnici di laboratorio, tecnici di radiologia, infermieri.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+