REGGIA, “BUONGIORNO CERAMICA!”: LE CITTÀ CAMPANE DELLA CERAMICA UNITE PER LA PRIMA VOLTA

KERMESSE IN PROGRAMMA SABATO 19 E DOMENICA 20 MAGGIO ALLA REGGIA DI CASERTA

CASERTA – Le città campane della ceramica unite per la prima volta in “Buongiorno Ceramica!”, kermesse in programma sabato 19 e domenica 20 maggio alla Reggia di Caserta.

L’evento coinvolge quaranta città italiane che vantano tradizioni nell’arte della ceramica. Alla Reggia i comuni di Ariano Irpino, Vietri sul Mare, Cava de’ Tirreni, Cerreto Sannita, San Lorenzello e Napoli esporranno le eccellenze delle arti ceramiche locali e accompagneranno i visitatori nella scoperta e ri-scoperta di questo settore artistico tra tradizione e innovazione.

Nelle Sale Romanelli, della Gloria, della Vista e nel cortile est del Palazzo Reale verranno esposti manufatti e opere realizzate da studenti e maestri ceramisti delle più importanti botteghe campane.

I visitatori avranno inoltre l’occasione di scoprire e approfondire l’arte della lavorazione della ceramica grazie a incontri in cui sarà possibile assistere e contribuire alla realizzazione di manufatti in argilla e ceramica.

Oltre ai sei comuni campani è prevista anche la partecipazione di licei artistici regionali e di associazioni e botteghe del territorio.

La manifestazione è sostenuta dal contributo della Camera di Commercio di Benevento, dell’AICC – Associazione Italiana Città della Ceramica e da sponsor al fine di aumentare la conoscenza di quest’arte e di fare da apripista per la creazione di una rete che operi in un’ottica di sistema e collaborazione.

L’evento alla Reggia è complementare ad una iniziativa promossa da Museo e Real Bosco di Capodimonte, Museo Nazionale della Ceramica “Duca di Martina” e Istituto ad indirizzo raro G. Caselli – Real Fabbrica www.museocapodimonte.beniculturali.it.

Mauro Felicori, direttore della Reggia: “I grandi monumenti possono produrre sviluppo del territorio anche influenzando la qualificazione dell’artigianato artistico.

I turisti che sempre più numerosi giungono in Campania anche grazie all’impegno dei musei, cercano la bellezza dei beni culturali e del paesaggio e insieme le tipicità alimentari e le testimonianze di secoli di artigianato e di manualità artistica. Per questo la Reggia è impegnata per il rilancio di due grandi eredità del passato: la ceramica e la seta nel solco di San Leucio”

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

*
*

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+