PROIEZIONE DEL FILM SU SIANI TRA RIFIUTI E CASSETTE DI FRUTTA…INTANTO I GIOVANI CHIEDONO PROGETTI PER L’OCCUPAZIONE

0
7

di Carmine Eliseo

SAN PRISCO – Il segretario del PD locale avv. Pasquale Monaco, giustamente ha postato il cumulo di cassette e frutta, lasciati in un angolo di Piazza Mercato, quando tutti sapevano bene che la sera vi era la proiezione del film di Siani. Certamente non abbiamo dato una giusta impressione a coloro i quali sono venuti dai comuni limitrofi per assistere al film che in tanti hanno visto ed apprezzato gli sforzi che questa giovane mamma, Lina Abbate, compie in sintonia con l’intera maggioranza consiliare ed anche con qualche consigliere di opposizione che ha apprezzato la iniziativa. Giustamente Monaco, se ha postato quei rifiuti, lo ha fatto per dare la giusta carica a questi tre neo assessori, che il sindaco Domenico D’angelo ha giustamente promosso sul campo, dopo lo scampato pericolo del commissario prefettizio. Non dimenticate che il segretario locale del PD è stato candidato nelle lista LE ALI PER IL BENE COMUNE, ed è stato uno dei primi non eletti, alla sua prima esperienza, sia di candidato che di rappresentante autorevole di un partito democratico che non ha nulla da dividere con gli sfigati, Renzi, Lotti, Alfano e Nencini. Anche la locale sezione del PSI guidata magistralmente dal segretario ing. Carmine Cestrone si associa al compagno Monaco in questa protesta e nelle prossime ore, probabilmente i due partiti storici della Sinistra, si riuniranno per invitare il primo cittadino ed i rappresentanti dell’intero consiglio comunale a lavorare per il bene della collettività, dando in tempi brevi segnali di positività. In primis sarebbe giusto e nella linea programmatica della campagna elettorale del 2016, rispettare gli impegni assunti davanti all’elettorato, e da subito ridurre l’indennità di carica di giunta ed assessori, almeno del 20%, e successivamente accelerare i tempi per una bonifica della ex cava Statuto, chiedendo al giudice il dissequestro di questo scempio subito dalla città di San Prisco, con un progetto finalizzato all’occupazione dei giovani, che sono tanti ed alcuni anche professionalmente validi, nelle varie branchie, nelle quali si sono diplomati e laureati, con sacrifici enormi, sia da parte loro che dai genitori che li hanno sostenuti. Altro che BAMBOCCIONI,  i nostri giovani vogliono lavorare dignitosamente e senza le spinte o le promesse dei politici, ai vari livelli istituzionali.