VIDEO – Il salumiere della Duchesca, tra omertà e silenzi, ha chiuso i battenti

0
9
foto di Gianfranco Carozza        VIDEO –

NAPOLI – (Tina Palomba) Ha abbassato per sempre la serranda nel suo negozio il salumiere della Duchesca.  Mancavano pochi minuti alle 19 dopo 40 anni di attività, Ciro Scarciello, così come aveva annunciato su facebook, tra critiche e amarezze, ha chiuso per sempre l’esercizio commerciale. Pochissimi gli attestati di solidarietà, non c’era nessun politico, non c’erano le istituzioni e non c’era la gente del posto che invece lui si aspettava di vedere. C’erano pochi giornalisti, c’era don Maurizio Patriciello, e Luigi Leonardi. “Non sono un eroe. Mi dispiace di questo silenzio. Mi stringe il cuore, ma la vita continua. Significa che dovrò farmi un’altra vita altrove”. E’ quello che ha detto il commerciante prima di chiudere “i battenti”. Ciro, una persona onesta, da domani mattina dovrà trovarsi un altro lavoro. E’ stato per tutti il salumiere della Duchesca che dopo la sparatoria nel mercatino della Maddalena aveva denunciato il degrado e l’assenza di sicurezza della zona. Ha annunciato  dunque la chiusura della sua attività commerciale. Dopo le dichiarazioni affidate ai microfoni di “Chi l’ha visto”, intorno a Scarciello e al suo negozio si era fatto il vuoto. La sua storia, divenuta pubblica, aveva scatenato la solidarietà di tanti cittadini. Alcuni l’avevano espressa sui social,  ma oggi purtroppo vi è stato un nuovo vuoto intorno a lui. Una cosa è certa che da domani mattina il salumiere della Duchesca non vedrà più quel marciapiede del vicolo della Maddalena dove vi è un confine labile tra legalità e illegalità..

E’ proprio sul quel marciapiede  oggi non c’era quella gente perbene che ci doveva essere. “Saviano non è venuto non so perché…” ha detto ai microfoni il commerciante. C’era gente di passaggio  che incuriosita guardava in modo indifferente. C’erano i venditori di sigarette abusivi. C’erano dei giovani sul motorino, tutti senza casco, che zigzagavano tra i pedoni. C’era il fornaio amico di Ciro che per sdrammatizzare infine  gli ha detto: “Ciro dai, scrivi: Chiuso per ferie. Non andare via!” quando ha abbassato la saracinesca. Ma Ciro poi se ne è andato con il suo carrellino carico dell’ultima merce. Quando ha attraversato il marciapiede era quasi buio.

Mentre lui andava via, già due giovani si apprestavano, sotto gli occhi di tutti, a fare da vedetta proprio a pochi passi dal suo negozio. “Le istituzioni qui sono assenti” ha detto Ciro ed ha ragione.