VIDEO – ROBERTO CORSALE SPIEGA LE MOTIVAZIONI DELLA CRISI

0

Discorso solenne del sindaco Roberto Corsale alla comunità di Casagiove: grande partecipazione per la conferenza stampa in Sala Consiliare

VIDEO CONFERENZA STAMPA

CASAGIOVE – Solenne è il tono che il sindaco di Casagiove Roberto Corsale utilizza nella conferenza stampa indetta per spiegare i motivi delle proprie dimissioni. Nella Sala Consiliare del Comune di Casagiove, il primo cittadino arringa i cittadini presenti e le numerose testate giornalistiche, intervenute per conoscere le problematiche che lo hanno spinto a fare un passo indietro, con un messaggio che arriva diritto al loro cuore. Nel discorso di cinque pagine che, è stato letto tutto d’un fiato, senza tentennamenti e con la voce decisa di chi sa che la posta in palio è molto alta, sono racchiusi inizialmente tutti i concetti che hanno accompagnato i quattordici mesi di sindacatura. Le idee ed i valori del progetto “Casagiove, adesso”, i sogni da raggiungere, i progetti realizzati in questi mesi e le partnership con Comuni confinanti per grandi opere, il filo diretto con il Governatore della Campania Vincenzo De Luca: tutto nasce dalla volontà di anteporre sempre il superiore interesse collettivo rispetto agli individualismi, adoperando il programma elettorale proposto ai cittadini come il faro per attuare le politiche di trasparenza e di rilancio amministrativo.

Nella seconda parte il sindaco, affiancato dai consiglieri che non lo hanno abbandonato in un momento tanto delicato, si sofferma sulla nota dolente. La conferma delle differenze di pensiero con i consiglieri dimissionari ed il mancato raggiungimento di obiettivi strategici spiegano perché nello scorso mese di giugno è stato obbligato ad azzerare le deleghe e conferire nuovi mandati a figure che fino a quel momento hanno ottenuto scarsi risultati in materia di indubbia importanza. Modifiche che hanno spinto l’assessore Danilo D’Angelo ed i consiglieri Rosa Russo, Ferdinando Illiani e Marianna Barattini (presidente del Consiglio Comunale) a rassegnare le dimissioni. Più che guardare alle proprie inadeguatezze, i dimissionari hanno pensato al loro orticello, abbandonando la nave e distruggendo un progetto politico per mero capriccio. Una grande mancanza di rispetto nei confronti di tutto il popolo ed un atto di irresponsabilità. Lo scenario che attende Casagiove è desolante, nel caso in cui si profili il commissariamento prefettizio.

Da uomo intelligente qual è, Roberto Corsale sa che i quattro voti dei dimissionari insieme ai cinque della maggioranza provocheranno dal 20 agosto la fine di questa esperienza, per cui tra le righe si legge il suo appello a tutte le sensibilità presenti in consiglio comunale affinché, spogliati dalle rispettive appartenenze, si possa tracciare per il bene di Casagiove, un percorso nuovo, condiviso e di massimo rispetto politico ed istituzionale. Un gesto di grande umiltà da parte del primo cittadino che ha a cuore solo ed unicamente il bene della città e chiede, chiaramente, un atto di responsabilità. Per Casagiove.