SICUREZZA DEL CITTADINO: LA GIUNTA D’ANGELO INTERVENGA

0

di Carmine Eliseo

SAN PRISCO – Puntualmente ogni anno nei giorni, prima del Ferragosto, la città di San Prisco è invasa da vandali extracomunitari che conoscono molto bene le abitudini dei residenti e quindi irrompono nelle abitazioni e fanno danni. L’ultimo episodio accaduto ad un ex consigliere comunale DC, assente per motivi di riposo, sia fisico che mentale, il cui appartamento è stato preso d’assalto intorno alle ore 13.15 del 12 agosto. La fortuna di questo cittadino è stata di avere l’allarme collegato con la Vigilanza Privata, che in pochi minuti è intervenuta ed ha evitato il peggio. Intanto alcuni residenti avevano provato a chiamare sia i Carabinieri che la Polizia di Stato, ma costoro sono giunti con ritardo. Intanto questi sette delinquenti che sicuramente avranno dei riferimenti nella città di San Prisco hanno potuto portare via ben poco. Sono scesi dalle due auto che li hanno accompagnati sul posto in cinque, armati di  mazze, picconi, pali di ferro e sacco per portar via oggetti di valore, ma hanno fatto “PALLA CORTA”, come si dice in termini napoletani, perché il tempo di asportare cassaforte ed altro è stato poco. Questi episodi accadono puntualmente ogni anno, da Via Forlì a Via Firenze, da Carceri Vecchie a Via Roma, e quindi? L’amministrazione comunale di Le Ali-Generazione Futura e Noi Valori ha l’onere di affrontare questa problematica chiedendo al Prefetto ed al Questore di Caserta qualche macchina in più dei Carabinieri e della Polizia di Stato, visto che a Santa Maria Capua Vetere c’è la Compagnia dei CC e il Commissariato di PS. Da indiscrezioni abbiamo appreso che il primo cittadino voglia investire di questa problematica un esperto del settore, oggi in pensione, il quale sta già lavorando ad un progetto concreto che possa dare alla cittadinanza maggiori sicurezze e poi a tutti coloro i quali vedono movimenti sospetti, chiamate subito le Autorità di Pubblica Sicurezza, Vigili Urbani compresi, sul cui organico, carente da anni, questo sindaco deve iniziare a riflettere. Speriamo che la Festa patronale possa illuminare questi amministratori e che San Prisco, il quale è tacciato da tutti come un santo ladro, possa compiere qualche miracolo: a  qualcuno di questi delinquenti extracomunitari potrebbe anche accadere di rimanere folgorato sulla via di Damasco.