VIDEO – L’EX VICE SINDACO D’ANGELO ATTACCA CORSALE: “LA COALIZIONE RUSSO-MELONE…GIA’ TUTTO DECISO”

0

VIDEO INTERVISTA DEL CONSIGLIERE REGIONALE LUIGI BOSCO 

di Diana Rusconi   –  

dangelo VIDEO   L’EX VICE SINDACO D’ANGELO ATTACCA CORSALE: “LA COALIZIONE RUSSO MELONE...GIA’ TUTTO DECISO”
Momento di commozione di Danilo D’Angelo durante la conferenza stampa

 CASAGIOVE – Si è tenuta ieri martedì 3 ottobre nella sala consiliare del Comune di Casagiove, la conferenza stampa indetta dal gruppo dei consiglieri Ferdinando Illiani, Rosa Russo e Marianna Barattini che si riconoscono nel loro leader e portavoce, l’ex vice sindaco dell’amministrazione siglata Corsale, Danilo  D’Angelo. Un incontro agognato e pianificato sagacemente per manifestare ai cittadini le motivazioni che hanno portato allo sfilacciamento della conformazione politica di “Casagiove, Adesso”, che alle elezioni amministrative del 2016 ha surclassato la lista di Mario Melone.

IMG 20171003 WA0001 VIDEO   L’EX VICE SINDACO D’ANGELO ATTACCA CORSALE: “LA COALIZIONE RUSSO MELONE...GIA’ TUTTO DECISO”Alla presenza di molti cittadini, Danilo D’Angelo sottolineando a più riprese la grande capacità dimostrata dal suo entourage di rimanere in questi mesi in disparte per assistere alle evoluzioni degli accordi politici salvavita, ha ostentato le sue motivazioni affermando che alla base del loro pensiero c’è “una politica del bene, fatta per il popolo e che non calpesta la dignità”.  Come un fiume in piena, l’ex braccio destro di Roberto Corsale incalza a ruota libera ammettendo che dal momento in cui sono state vinte le elezioni progressivamente non c’è stata più una risposta da parte del primo cittadino nel voler progredire con i suoi alleati nella realizzazione delle linee programmatiche già delineate. I quattro “ribelli” all’unisono hanno lasciato intendere che il clima di tensione all’interno della compagine di “Casagiove, Adesso” li ha portati a vivere in agitazione e, secondo quanto affermano, non esistevano i caratteri di una democrazia nello svolgere le funzioni e le cariche che gli erano state assegnate. Tra luoghi comuni e accenni ad una dialettica populista, Danilo D’Angelo  e Marianna Barattini hanno infervorato gli animi dei presenti sostenendo che ad oggi  non conoscono i motivi della crisi. Parafrasando la dimissionaria di pochi giorni fa, la consigliera Loredana De Lellis, gli ex di maggioranza con un appeal davvero intraprendente hanno scandito a chiare lettere che, dopo mesi di contraddittorio, loro stessi non conoscono i motivi che hanno portato alla spaccatura.

 VIDEO BOSCO DANGELO VIDEO   L’EX VICE SINDACO D’ANGELO ATTACCA CORSALE: “LA COALIZIONE RUSSO MELONE...GIA’ TUTTO DECISO”Ma non doveva essere una seduta pubblica voluta per dissipare ogni dubbio e per spiegare le reali problematiche che hanno mandato alla deriva un progetto che si presentava agli elettori casagiovesi come la carta vincente?  Tra i presenti in sala anche il consigliere regionale Luigi Bosco, che pur tentò inizialmente di ristabilire l’equilibrio tra i due titani, ma che nei fatti ieri pomeriggio non si è espresso.

Nell’incertezza di alcuni presenti, l’outing voluto e dominato da Danilo D’Angelo nel rush finale ha assunto i connotati di chi sembra già essersi portato avanti dando avvio ad una propria campagna elettorale puntando sul grande senso di abnegazione dimostrato in soli otto mesi di governo; mesi in cui, come afferma il capogruppo degli ex di maggioranza (ora in minoranza) in questo breve lasso di tempo è riuscito a portare il sereno negli ambienti della casa comunale, in particolare nell’Ufficio Tecnico ereditato con una forte carenza di personale e di dirigenti e mettendo in atto opere per la città basandosi soltanto sul suo spiccato senso di altruismo.

Il frutto amaro della coalizione Russo-Melone-Corsale palesemente non gli è andato giù, forse che la caduta dell’impero gli sarebbe stata più congeniale?! In merito ai recenti risvolti politici e alla neonata alleanza bipartisan – tre scalate e un solo regista – D’Angelo e i suoi dichiarano che a quanto pare questa manovra era stata già pianificata anzitempo. Intanto, tra illazioni e congetture, la macchina amministrativa si dimostra più operativa che mai nel proseguire a tutta forza. Domani pomeriggio, nello stesso luogo, i microfoni saranno accesi per il delegato alla Cultura Gennaro Caiazza che spiegherà i motivi della rinuncia alla kermesse “Artestate” nel suo trentesimo anniversario e anticiperà gli impegni e le iniziative che l’amministrazione Corsale, come da programma, porrà in essere.