MOVIMENTO NAZIONALE PER LA SOVRANITÀ: DOPO REFERENDUM LOMBARDIA E VENETO ORA TOCCA AL SUD

0

CASERTA – Il grande successo del referendum per l’autonomia svoltosi in Lombardia e Veneto dimostra quanto bisogno e voglia vi sia di partecipare alla vita pubblica, specie se il tema è quello dei destini delle comunità locali.

Ebbene, Lombardia e Veneto da oggi rivendicano sovranità fiscale da gestire nei loro territori. Proprio oggi anche Nello Musumeci, già Sottosegretario al Ministero del Lavoro e delle Politiche Sociali, candidato alla Presidenza della Regione Sicilia, rivendica un nuovo modello di autonomia.

MARCO CERRETO

Alla luce di tutto questo il Sud non può rimanere a guardare. A tal proposito Marco Cerreto, componente dell’esecutivo nazionale del Movimento Nazionale per la Sovranità, dichiara: “Se al Nord vi è voglia di trattenere la ricchezza generata da quei territori, al Sud tocca tornare a competere per crearla. Pertanto qui non basta un referendum consultivo, ma bisogna avviare una riforma istituzionale e costituzionale per costituire una macroregione meridionale che raggruppi tutte le regioni del mezzogiorno della penisola per formare un blocco competitivo e uniforme, capace di competere e pesare di più“.

  CIRO GUERRIERO

Ciro Guerriero responsabile regionale dei rapporti con Associazioni e liste civiche dichiara: “Abbiamo avviato un confronto con enti associazioni e sindacati, perché alla macroregione si può arrivare solo dal basso, spiegando alle energie intermedie quanto oggi vi sia bisogno di uno scossone per il mezzogiorno“.

FRANCESCO MELONE

Francesco Melone dirigente cittadino spiega: “Dobbiamo fare in modo che il tema della macro regione venga affrontato in tutti i consigli comunali, e allo stesso tempo animare un dibattito con le forze sociali sul tema macro regionale. Siamo pronti ad essere avanguardia, sperando che tutto il centro destra sia pronto a sposarne la causa. Del resto la democrazia partecipativa è sempre stata vessillo del centrodestra, e non è una novità”.