CALCOLI DELLA COLECISTI: L’I.R.C.C.S. NEUROMED PROMUOVE UN INCONTRO DI AGGIORNAMENTO SU PERCORSI DIAGNOSTICI E TERAPEUTICI CONDIVISI

0

NAPOLI – I calcoli della colecisti sono una delle più comuni patologie delle vie biliari. È una malattia assai frequente, presente nel 10-15% della popolazione adulta con maggiore diffusione nel sesso femminile.

Proprio per questo l’I.R.C.C.S. Neuromed promuove, con il patrocinio dell’Associazione culturale Il Cactus, un incontro formativo per le professioni sanitarie dal titolo “La colecistite acuta, calcolosi della via biliare e pancreatite acuta: percorsi diagnostici-terapeutici condivisi”. Il corso ECM (Educazione Continua in Medicina) si terrà giovedì, 9 novembre 2017, presso la Sala Conferenze del Dubai Village, via Dubai 1, di Camposano (NA) a partire dalle ore 9.

Un incontro per medici e infermieri che vede la responsabilità scientifica del professor Antonio Ambrosio, Primario Reparto di Chirurgia Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola, e del dottor Guido Lombardi, Chirurgo reparto Chirurgia generale e Pronto Soccorso Ospedale Santa Maria della Pietà di Nola.

Il sovrappeso, il diabete di tipo 2, la stipsi, ma anche il rapido calo ponderale dovuto a diete fortemente ipocaloriche, possono predisporre alla formazione dei calcoli. Una dieta ricca di bevande zuccherate e di grassi animali, così diffusa nella popolazione occidentale, risulta avere un ruolo fondamentale rendendo tale patologia una delle più diffuse nei reparti medico-chirurgici.

La calcolosi della via biliare e la pancreatite acuta secondaria a colecistite, sono diventate patologie molto comuni che, grazie alle metodiche endoscopiche non invasive e al trattamento farmacologico con la diffusione di presidi sempre più efficaci, permettono una interazione medico-chirurgica molto proficua per il paziente, in cui sia il medico internista, che il gastroenterologo, che il chirurgo, si intersecano secondo il proprio piano di competenza.

Per tali ragioni risulta sempre più necessario indentificare percorsi specifici di trattamento al fine di fornire un miglior servizio di assistenza e di prevenzione sulla base delle esigenze di pazienti e dei cittadini in generale.