BOSCO RISPONDE ALL’APPELLO DI MIRABELLI…MA SI TOGLIE QUALCHE SASSO DALLA SCARPA

0

CASERTA – Il consigliere regionale Luigi Bosco, segretario provinciale di ‘Campania libera’ risponde alla richiesta di confronto progettuale rivolta dal Commissario provinciale del Pd Franco Mirabelli alle forze del centrosinistra con un’apertura al dialogo. Ma al tempo stesso coglie l’occasione per togliersi qualche pietra dalla scarpa dopo le polemiche interne in occasione dell’elezione del presidente della Provincia. “Leggo di un invito rivolto dal commissario Pd Mirabelli ad un confronto pubblico con tutte le forze del centrosinistra per parlare di futuro della coalizione. – Afferma Luigi Bosco –  Non vedo l’ora! Sarà l’occasione giusta per fare un’analisi serena e mi auguro oggettiva sui rapporti intrattenuti tra Partito democratico e forze alleate negli ultimi due anni, a partire dal sostegno fornito alle Primarie di aprile alla mozione Renzi nella città di Santa Maria Capua Vetere, dove senza ‘Campania libera’ la stessa mozione avrebbe registrato numeri vicini allo zero e non i circa 300 verbalizzati. Ed ancora, finalmente ci si potrà confrontare, dati alla mano, sulle cause e concause che hanno condotto alla sconfitta elettorale alle scorse Provinciali, non tralasciando alcun aspetto, nemmeno quello legato al fatto che ‘Campania libera’ è stata la prima forza della coalizione per numero di firme raccolte a sostegno della candidatura di Carlo Marino (ben 71). Faccia presto Mirabelli, il popolo di centrosinistra della nostra provincia ha più che mai bisogno di questi confronti, piuttosto che di articoli che gridano ad una vendetta da esercitare nei confronti di ‘Campania libera’, mai smentiti ed a più riprese confermati da addetti ai lavori che oggi si sentono già ad un passo da Montecitorio, e noi glielo auguriamo. Questo atteggiamento sta stancando non poco, anche e soprattutto perché parte da assiomi pretestuosi e poco aderenti alla realtà».