IL TOUR DI “CITTÀ FUTURA” FA SOSTA ALLA VILLA COMUNALE DI SAN CLEMENTE

0
7

CASERTA – Il gruppo di Città Futura è in giro per la città di Caserta per incontrare i cittadini. Oggi tappa nella villa comunale. “Il nostro tour per Caserta continua incessantemente, – hanno detto –  ed è nostra intenzione, attraverso questa iniziativa, incontrare i cittadini, ascoltarne le problematiche e fungere da filtro, tramite il nostro Consigliere Comunale e capogruppo Enzo Bove, con la giunta comunale affinché i problemi si possano risolvere.

Il nostro tour la settimana scorsa ha fatto “sosta” a San Clemente e nello specifico presso la villa Comunale, è giusto ricordare che noi di “Città Futura” già il 13 febbraio 2017, facendoci portavoce dell’associazione “Vivi San Clemente” presentammo tramite il Consigliere e capogruppo consiliare Enzo Bove un’interpellanza al comune di Caserta per far presente all’amministrazione comunale lo stato di degrado in cui versava la villa. La nostra interpellanza fu discussa il 22 febbraio successivo e l’Assessore Pontillo si adoperò affinché in quello spazio verde venisse ristabilita la normalità.

Insieme all’assessore Pontillo cercammo di trovare anche una soluzione definitiva al caso e ipotizzammo che l’associazione “Vivi San Clemente”, in modo del tutto volontario, avrebbe potuto gestire la villa preoccupandosi di tenerne cura oltre che ad aprila e chiuderla in orari concordati con l’amministrazione comunale. Il 4 agosto 2017 il consigliere comunale e capogruppo di “Forza Italia” Nicola Garofalo individuò, invece, due residenti di San Clemente ai quali furono affidate le chiavi della villa insieme all’impegno di aprirne e chiuderne l’accesso ai cittadini.

Nei giorni scorsi, siamo stati contattati da alcuni abitanti della zona, i quali, prove alla mano, ci hanno dimostrato come la villa in questione venga aperta e chiusa senza rispettare nessun criterio stabilito, ma solo parallelamente agli impegni personali che giornalmente hanno gli affidatari delle chiavi. La segreteria Politica di “Città Futura” ritiene inopportuno tale atteggiamento e tramite il proprio Consigliere Comunale Enzo Bove ha già presentato al comune di Caserta un’istanza per chiedere chiarimenti in merito.

Crediamo che sia inutile ricordare all’amministrazione che uno spazio verde comunale dovrebbe essere accessibile sempre, possiamo anche comprendere che per questione di sicurezza vengano stabiliti orari specifici per l’apertura e la chiusura, non possiamo tollerare però che gli orari debbano essere decisi da due o più residenti a seconda dei loro impegni personali”.