AGGRESSIONI E MINACCE DI MORTE CONTRO L’EX COMPAGNA: AGLI ARRESTI DOMICILIARI

0
6

CAPODRISE/RECALE – Ieri la Polizia di Stato del Commissariato di Marcianise ha posto agli arresti domiciliari  V. L., di 42 anni, per atti persecutori, lesioni e violenza  contro la sua ex compagna L.F., atti compiuti, purtroppo, anche in presenza del figlio della persona offesa, affetto dalla sindrome di down, il quale ha subito dei traumi in conseguenza delle molestie e delle aggressioni subite dalla madre.

In particolare, l’indagato, nonostante fosse già stato raggiunto dal provvedimento di ammonimento del Questore di Caserta, molestava la vittima, pedinandola quasi quotidianamente nei luoghi frequentati dall’ex compagna, la ingiuriava e la minacciava reiteratamente di morte oltre a diffamarla tramite il social network “Facebook”; inoltre, in diverse occasioni la aggrediva, colpendola con schiaffi e pugni e, alla guida della autovettura a lui in uso, bloccava la marcia dell’autovettura a bordo della quale viaggiava la vittima, parandovisi davanti, tentando inoltre. in una occasione, di investire G.P., soggetto in compagnia del quale la persona offesa si trovava.

Dalle attività di indagini dirette da questo Ufficio, è emerso che le gravi condotte persecutorie, aggressive e minacciose tenute dall’indagato in Capodrise e Recale, nonostante lo stesso dimori stabilmente in Torre del Greco, erano motivate da gelosia patologica, non essendo l’uomo capace di accettare la fine della sua relazione e conseguentemente rispettare la libera auto-determinazione della donna.