LE UNIVERSITÀ PER IL MUSEO CAMPANO DI CAPUA

0

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Si svolgerà venerdì 24 novembre 2017 alle 10.30 presso il Dipartimento di Lettere e Beni culturali dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli a Santa Maria Capua Vetere l’incontro pubblico che conclude il percorso di eventi a sostegno del Museo Campano di Capua, promossi da alcuni tra i principali Atenei campani ed organizzati in collaborazione con le associazioni del territorio.

Per il Museo Campano di Capua, una realtà provinciale tra le più ricche di opere d’arte e di documenti storici di tutto il territorio nazionale, alcuni docenti dei pricipali atenei della regione Campania hanno promosso già nei mesi scorsi la petizione Salviamo il Museo Campano di Capua. Salviamo la nostra memoria, che è stata sottoscritta da dipartimenti dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli, dell’Università Federico II di Napoli, dell’Università Suor Orsola Benincasa e dell’Università del Molise, da decine di associazioni culturali e professionali e da centinaia di docenti e che finora ha raggiunto circa 15.000 adesioni.

Un ciclo di eventi, poi, ha animato le sale del museo per tutti i fine settimana del mese di ottobre, grazie alla manifestazione Le Università incontrano il Museo Campano – Le didascalie parlanti.Quaranta docenti e dottori di ricerca si sono avvicendati illustrando, a titolo gratuito, a centinaia di visitatori e studenti delle scuole medie superiori il risultato di anni di studi e di approfondimenti. I visitatori hanno potuto seguire un percorso guidato di lezioni brevi di archeologia, storia, storia dell’arte e letteratura alla riscoperta delle preziose opere custodite nella biblioteca e nelle sale di Palazzo Antignano. Opere rare, rarissime, in molti casi uniche, a testimonianza del ruolo fondamentale che nei secoli ha assunto la città di Capua.

A coronamento di tali partecipate iniziative ed allo scopo di non disperdere il positivo risultato che ha messo in luce uno straordinario interesse per il museo, sia da parte degli studiosi che da parte del pubblico, giunge ora una giornata di dibattiti e di riflessioni, un incontro fra il mondo universitario e i rappresentanti delle Istituzioni per avviare un dialogo sul futuro del Museo Provinciale Campano.

Il museo campano, custode di un patrimonio culturale di incommensurabile valore storico ed artistico, centro di ricerca per studiosi di numerose discipline, non solo definisce l’identità del territorio, ma può rappresentare, molto più sistematicamente ed efficacemente di quanto sia stato fino ad oggi, uno straordinario volano per la formazione alla ricerca e per lo sviluppo del turismo culturale in Terra di Lavoro. Ma il rilancio della struttura museale deve passare necessariamente per un piano di valorizzazione e per il potenziamento della struttura di gestione.

Queste considerazioni sono alla base dell’appello che il mondo accademico e della società civile rivolgono alle istituzioni per un impegno reale e fattivo non più derogabile a favore del museo delle matres matutae. L’incontro previsto per venerdi prossimo presso il Dipartimento di Lettere e Beni culturali dell’Università della Campania Luigi Vanvitelli sarà, quindi, un momento di sintesi e di bilancio dei risultati positivi delle passate iniziative, ma al tempo stesso l’inizio di una nuova fase progettuale più concreta e di più ampio respiro per il futuro del museo campano.