LA FACCIATA DEL TEATRO GARIBALDI SI TINGE DI ARANCIONE

0
16

PER LA GIORNATA INTERNAZIONALE CONTRO LA VIOLENZA SULLE DONNE IL CONVEGNO “ABUSO DI POSIZIONE DOMINANTE E PREGIUDIZI DI GENERE”

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Domani, sabato 25 novembre, si celebra la Giornata Internazionale contro la violenza sulle donne, istituita per la prima volta nel 1999 dall’Assemblea Generale delle Nazioni Unite per non dimenticare il brutale assassinio nel 1960 delle tre sorelle Mirabal considerate esempio di donne rivoluzionarie per l’impegno con cui tentarono di contrastare il regime di Rafael Leonidas Trujiillo, il dittatore che tenne il potere nella Repubblica Dominicana per oltre 30 anni.

La diciottesima edizione, così come quella dello scorso anno, vedrà in prima la Città di Santa Maria Capua Vetere e la sua amministrazione comunale che ha fortemente voluto programmare una serie di iniziative volte a sensibilizzare l’opinione pubblica su tale tema al fine di far prendere coscienza, ad una platea quanto più vasta possibile, sul fenomeno della violenza che si consuma contro il genere femminile, ogni giorno, in ogni società e in ogni Stato.

Anche quest’anno l’amministrazione comunale parteciperà all’iniziativa #Orangetheworld che prevede che i principali luoghi simbolo delle più importanti città del mondo vengano colorati di arancione, colore scelto dall’Onu per un futuro senza violenza. Nella città di Santa Maria Capua Vetere è stato scelto il Teatro Garibaldi la cui facciata dalla serata di venerdì sarà illuminata per dire “no alla violenza sulle donne”.

Sabato mattina, invece, presso la scuola di formazione forense “FEST” a partire dalle ore 9.00 si terrà il convegno/dibattito dal titolo “Abuso di posizione dominante e pregiudizi di genere”. Tale iniziativa è inserita nell’ambito del protocollo di intesa “Educazione alla Legalità” – sottoscritto lo scorso mese di luglio tra il Comune, il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere, la Procura della Repubblica, la Curia Arcivescovile di Capua, il commissariato della Polizia di Stato, l’Università della Campania Dipartimento di Giurisprudenza, il Consiglio dell’Ordine degli Avvocati, la Sottosezione dell’Associazione Nazionale dei Magistrati, le dirigenze scolastiche degli istituti comprensivi della città di Santa Maria Capua Vetere – e prevede la partecipazione, oltre che del sindaco di Santa Maria Capua Vetere Antonio Mirra, anche del Presidente del Tribunale la dott.ssa Gabriella Maria Casella, del Procuratore della Repubblica la dott.ssa Maria Antonietta Troncone, del Presidente del Consiglio dell’Ordine degli Avvocati l’avv. Carlo Grillo, del presidente della FEST l’avv. Antonio Mirra, del Segretario della Sottosezione dell’ANM la dott.ssa Luigia Franzese.

Al tavolo dei relatori interverranno: Luigi Ferraro, professore aggregato di Diritto Pubblico e Costituzionale presso l’Università degli Studi della Campania “Luigi Vanvitelli”; Valentina Ricchezza e Flora Vollero, Giudici del Lavoro presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere; Maria Alessandra Pinto, Sostituto Procuratore della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere; Alessandro Milita, Procuratore Aggiunto della Repubblica presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere; Sergio Enea, Giudice per Indagini preliminari presso il Tribunale di Santa Maria Capua Vetere; Francesca Palma, Dirigente dell’Ambito di Santa Maria Capua Vetere; Annamaria Ferriero, Presidente del comitato pari opportunità “CPO”.