A CASTELVENERE ‘LA VENDEMMIA DEI LIBRI: OSPITE EMANUELE CERULLO E LA SUA POESIA CHE NASCE DAL “VENTRE DI SCAMPIA”

0
11

Ospiti della serata il rapper Pepp-oh e la dirigente scolastica Elena Mazzarelli

In abbinamento le etichette aglianico di Ca’Stelle, Simone Giacomo e Vigne Sannite

Il nuovo incontro della seconda edizione de ‘La Vendemmia dei Libri’ propone la presentazione del libro ‘Il ventre di Scampia’ del giovanissimo Emanuele Cerullo. La rassegna eno-letteraria in programma a Castelvenere (Benevento), propone per mercoledì 29 novembre un appuntamento di ampio respiro, che accenderà l’attenzione sull’opera di Cerullo, “poeta per scelta e urgenza interiore in quel di Scampia, quartiere napoletano di vele famigerate e crocevia del male”.

Emanuele Cerullo, classe 1993, ha composto le sue prime liriche nel 2006, apparse su Fuga di notizie e su fuoricentroscampia e sono confluite nella raccolta Il coraggio di essere libero (2007) stampata dalla sua scuola media, l’Istituto Comprensivo Virgilio 4 di Scampia e ristampata nel 2009. Negli anni successivi, le poesie della raccolta sono state pubblicate su numerosi organi di stampa nazionali (La Repubblica, Il Mattino, La Stampa) riscuotendo un buon successo di pubblico, (pur non essendo mai state pubblicate presso una casa editrice) e viene invitato da Pippo Baudo in una puntata di Domenica In a parlare della sua idea di Scampia e di riscatto. Nel 2016 pubblica “Il ventre di Scampia” (Edizioni Neomediaitalia) che si aggiudica il Premio Minturnae 2016. La raccolta di poesie è entrata nella Top 5 Libri sull’inserto napoletano del quotidiano La Repubblica, è stata oggetto di seminari all’Università Suor Orsola Benincasa ed è stata adottata in diverse scuole italiane. Con il giovane scrittore saranno protagonisti dell’incontro il rapper Pepp-oh (scheda biografica in calce) ed Elena Mazzarelli, dirigente scolastica dell’Istituto di Istruzione Superiore di Faicchio-Castelvenere.

La formula de ‘La Vendemmia dei Libri’ prevede di abbinare ad un libro la storia e le caratteristiche di un vigneto, rinnovando la formula della prima edizione, risultata vincente, di associare alla narrativa il racconto del territorio. Un territorio, quello di Castelvenere, che può contare su una produzione vitivinicola di qualità, che negli ultimi anni si è fatta apprezzare sui mercati italiani e internazionali. Ma anche sui numeri, essendo il Comune più vitato del Sud.

Il vitigno abbinato alla serata de ‘La vendemmia dei libri’ dedicata al libro di Emanuele Cerullo sarà il vitigno aglianico, il prezioso tesoro del “Vigneto Sannio”. Parliamo di un vitigno difficile da coltivare e da vinificare da cui si ottengono grandi vini, mai banali, solo seguendo buone strade e regole accurate da attuare in campagna e in cantina.