CAMPANIA LIBERA DIVENTA ‘LIBERI CON ANGELO BARRETTA’

0
5

CELLOLE – Cambiare il proprio nome per non dimenticare 

. Pochi giorni fa ci ha lasciato Angelo Barretta, primo cittadino di Cellole, ad appena 50 anni. I consiglieri provinciali di Campania Libera, Rosario Capasso, Francesco Petrella e Mauro Di Stefano, hanno deciso di ricordare lo sfortunato amico decidendo di cambiare il nome del gruppo in ‘Liberi con Angelo Barretta’. Ecco le loro dichiarazioni: «Questa mattina abbiamo incontrato il presidente della Provincia Giorgio Magliocca. Abbiamo parlato a lungo della situazione oggettiva in cui versa la Provincia e ci siamo confrontati sulle azioni che senza ombra di dubbio vanno avviate con indiscussa celerità. Proprio perché consapevoli della tragicità delle condizioni dell’Ente Provincia, riteniamo impegnarci non con sterili proclami od inutili considerazioni teoriche, bensì mettendoci la faccia, esattamente come abbiamo fatto ieri in occasione della variazione di bilancio. Pur consapevoli che la linea del governatore De Luca e del consigliere regionale Bosco è chiara e riprende il senso di un divieto categorico ad assumere ogni forma di delega specifica in Provincia, riteniamo necessario valutare la possibilità di abbinare il nostro operato a tematiche, mission ed obiettivi ben precisi in Terra di Lavoro e per farlo mettiamo anche in conto l’imminente costituzione di un gruppo indipendente in consiglio provinciale, che ci possa far operare con maggiore tranquillità e serenità, al di fuori dell’ipocrita guerriglia a fasi alterne tra centrodestra e centrosinistra, già solo se si pensi ai tanti accordi bipartisan ed inciuci vari fatti negli enti strumentali. Aggiungiamo che siamo perfettamente convinti che, come noi, molti altri consiglieri nei brevi tempi che verranno comprenderanno la necessità di assumere impegni e responsabilità precise, esattamente come è stato fatto nell’ultima esperienza amministrativa provinciale. Manterremo fede all’impegno preso con la comunità cellolese e muteremo il nome del gruppo da ‘Campania Libera’ in ‘Liberi con Angelo Barretta’».