DIRITTI ALLE STORIE, QUANDO UN LIBRO È QUALCOSA DI PIÙ

di Dalia Coronato

 

C’era una volta un gruppo di volontari che con determinazione e coraggio ha portato a Caserta il programma Nati per Leggere. Questo progetto conosciuto a livello nazionale, ha preso il via tre anni fa con l’intento di promuovere la lettura a voce alta.

Studi di ricerca condotti negli Stati Uniti – che hanno dato origine a organizzazioni non profit come Reach Out and Read- affermano come siano di fondamentale importanza i primi mesi di vita di un bambino per iniziare a salvaguardare lo sviluppo affettivo e cognitivo proprio con l’avvicinamento ai libri e alla lettura dialogica.

“Gli studi dimostrano che l’accompagnamento alla lettura ha ricadute positive e un’efficacia maggiore durante i primi mille giorni di vita del bambino, fase in cui il cervello ha la massima capacità di apprendimento”, spiega la referente provinciale di NpL, Carmen Di Carluccio. “Da due anni è stato fatto un accordo con l’ASL di Caserta dove i volontari vanno ad incontrare i futuri genitori per far conoscere il programma ed invitarli a frequentare il punto lettura situato presso la biblioteca casertana di via Laviano. Sono stati riservati spazi come: l’angolo allattamento, i tappetini morbidi e i libri adatti ai piccolissimi. Tutte le attività sono gratuite e non riceviamo alcun tipo di finanziamento”, ci tiene a ricordare la referente.

Il libero coinvolgimento dei volontari che decidono di partecipare al corso di formazione prima e di aderire poi al progetto di lettura, è un disegno che ha preso vita giorno dopo giorno e lo possiamo sintetizzare con un’immagine divenuta segno distintivo dell’organizzazione celebre a livello nazionale: la farfalla, simbolo di rinascita, di trasformazione e di metamorfosi. Infatti, la vita dei piccoli ricomincia ogni volta che i loro occhi curiosi incontrano un libro nuovo e questo perché i colori, i disegni e le parole sono ricchi di significati che cambiano in proporzione all’età del fanciullo.

Dalle letture dialogiche ai silent books, dalle pagine interattive alle scritture in braille per le letture dedicate ai piccoli non vedenti, numerosi sono i testi messi a disposizione grazie anche a chi decide di contribuire comprando libri che diventano adottabili e adottati. Questa è un’esperienza capace di penetrare la mente del bimbo permettendogli di sperimentare sensazioni nuove ed estremamente positive, stimolando la crescita nella maniera più sana possibile.

La parte più impegnativa, ma non difficile, viene svolta proprio dai genitori che accompagnano i loro giovanissimi figli. Gli adulti hanno l’arduo compito di acquisire gli strumenti e la pratica della lettura a voce alta ed è per questo che i volontari si rivolgono sopratutto alle famiglie con l’obiettivo di tracciare una strada che verrà poi percorsa dal genitore, principale destinatario del programma.

La mamma e il papà rappresentano una guida sin dalla nascita del loro piccolo e hanno l’onòre e l’ònere di accompagnare il bambino verso la costruzione indispensabile della fiducia e dell’autostima per una crescita equilibrata. È del tutto lecito non sapere da dove iniziare, ma indispensabile imparare a conoscere come comporre i primi passi. Con il supporto di persone qualificate e formate da NpL le famiglie cominciano a fare tesoro delle esperienze provandole in prima persona e a tutelare sin da subito i diritti del fanciullo.

Il fantastico viaggio nel mondo dei libri inizia con un dialogo animato tra i volontari e i destinatari di questa sorprendente impresa. Genitori, nonni e parenti vengono coinvolti insieme ai bambini che da zero fino a sei anni possono intraprendere questo percorso e viene dato loro il tempo per far pratica con la lettura. I risultati non possono non essere stupefacenti per entrambi.

L’unione tra pediatri (ACP), bibliotecari (AIB) e onlus di formazione, ricerca e solidarietà per l’infanzia(CSB) è diventata la forza motrice che da voce ad un disegno ricco di emozioni chiamato Nati per leggere. Tutti i volontari della rete Nati per leggere Campania saranno impegnati per i prossimi appuntamenti visualizzabili sulla pagina https://www.facebook.com/natiperleggerecampania/.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+