VIDEO-INTERVISTA: DENUNCIATA LA ERG CESA EOLICA SPA – UN UOMO SOLO CONTRO UNA CORAZZATA

di Francesca Nardi

L’arroganza del potere rappresenta quella dimensione, al cui interno sguazza senza ritegno

  – VIDEO –

o sguazzano, coloro che ritengono di essere impunibili e pertanto non si preoccupano di salvare le apparenze, né ritengono di dovere elaborare strategie particolarmente sofisticate per salvare l’apparenza… oppure mostrare anche soltanto un minimo di garbo ed educazione… L’arroganza del potere significa non avere ritegno…significa sottolineare de facto la propria mastodontica dimensione e l’altrui microscopica “incidentale” presenza nel creato…La storia di Luigi Torina, consulente commerciale e del suo incontro con la Erg Cesa Eolica Spa è da manuale e vale la pena di conoscerla dalla   sua stessa voce… Tutto ha avuto inizio il 10 ottobre 2003, quando il signor Torina stipula una convenzione con il comune di Mussomeli, in provincia di Caltanissetta, regolante la possibilità di installare previa autorizzazione della Regione Sicilia, una o più centrali eoliche per 53-55 MW.  Nel 2004 un comunicato stampa della Erg Power e Gas annuncia che la Erg entra nel settore eolico con l’intenzione di sviluppare parchi eolici nei successivi 4 anni per un totale di 300 MW. Luigi Torina fissa un appuntamento con il responsabile dell’Ufficio Sviluppo della Erg Cesa Eolica Spa e consegna i documenti relativi alla convenzione e consegna il dvd contenente il progetto dell’impianto. Nell’ottobre dello stesso anno si sottoscrive tra le parti un accordo di collaborazione che presuppone la volturazione della convenzione stipulata da Torino con il comune di Mussomeli. Tra ottobre e novembre 2005 si concludono i vari passaggi burocratici, autorizzazioni e accettazioni varie tra Comune e Erg Cesa Eolica Spa. Si localizzano i terreni e si stipulano i contratti per l’installazione dell’anemometro e nel marzo 2006, Luigi Torina effettua la cessione del suddetto contratto alla Erg Cesa Eolica Spa, continuando peraltro i sopralluoghi sul sito di Mossumeli. L’ultimo viene effettuato il 28 giugno 2007 alla presenza tra gli altri di due incaricati della Erg Cesa Eolica Spa. Interrogato circa lo stato di avanzamento dei lavori il dottor De Martino di Roma rispondeva evasivamente. In data 5 ottobre 2007, un comunicato annuncia l’avvenuta scissione di erg Cesa Eolica Spa in Erg Eolica srl e Acciona Eolica Cesa. A seguito della scissione la Erg Eolica srl ottiene un complesso di impianti per un totale di 994.97 Mw tra cui risulta l’impianto di Mossumeli. La Ereg Eolica srl successivamente confluisce in Enertad Spa come figura nel progetto di scissione parziale di Erg Power & Gas Spa in Enertad Spa del maggio 2008. La Erg Power & Gas riceve 37.789.734 azioni le quali hanno un valore economico del compendio scisso apri a 125.300.000.Le azioni fanno aumentare la percentuale di Erg Power & Gas in Enertad Spa al 77%. L’Erg Power & Gas Spa in data 5 giugno 2006 lancia l’Opa per l’acquisto del 100% delle azioni di Enertad spa; il tutto va  a buon fine e durante l’assemblea viene cambiata la denominazione da Enertad Spa a Erg Renew Spa, quotata alla Borsa di Milano  e quest’ultima il 26 dicembre 2016 diventa Erg Power Generation Spa…il giorno dopo Natale! I lavori dell’impianto eolico di Mussumeli non sono stati mai eseguiti…Il progetto e gli accordi e le intese si sperdono nel vento che avrebbe dovuto far girare le pale eoliche ma a quanto pare si è impantanato…alle richieste di incontro, di confronto, alle sollecitazioni di Luigi Torina e dei suoi legali la “Erg e qualche cosa” ha risposto picche …cioè non ha risposto.,..neppure un cenno. Il danno erariale subito dal Comune di Mussomeli attualmente commissariato a seguito di un dissesto economico di circa 5 milioni di euro è ingente ed avrebbe potuto essere evitato…In data 23 marzo 2017 Luigi Torina ha sporto denuncia presso la procura di Caltanissetta per falsa cartolarizzazione proprio per non avere la Erg completato l’impianto di Mussomeli…Luigi Torina non ha alcuna intenzione di arrendersi e noi con lui restiamo in attesa di sviluppi che non potranno non esserci, con la speranza che la leggenda di Davide e Golia rappresenti il perpetuarsi del diritto e della giustizia…

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+