500MILA EURO PER MANTO ERBOSO, BASKET CEDRI A CASAGIOVE E LA DE FILIPPO SENZA PALESTRA. SINDACO MAROTTA…SSI’ GRUOSS!

0

di Francesca Nardi

Lo Sport è una passione che gratifica, entusiasma, esalta e consuma tutti coloro che ruotano attorno al suo pianeta infuocato

Vito MAROTTA

, coloro che ne sono protagonisti e coloro che ne gestiscono indirettamente, le varie possibilità di espressione pratica …Peccato che… consuma oggi e consuma domani, capita che a qualcuno si consumino i meccanismi di ciò che rimane della prudenza spicciola, poiché… osare avanzare l’ipotesi che a qualcuno si sia consumata anche la capacità di ragionamento, equivarrebbe ammettere una vera e propria enormità…E’ il caso dell’amministrazione comunale di San  Nicola la Strada che da anni si “arravoglia”, prima e pateticamente con il povero Pasquale Delli Paoli, stretto nella morsa  di un ricatto spregevole, che lo manteneva in piedi per un voto e gli impediva, tra l’altro, oltre che di fiatare, di conferire al Basket locale, la dignità che gli spettava, favorendone la crescita ed evitandogli disagi e tranelli. Vittima di un meccanismo perverso e della sua debolezza, Delli Paoli sacrificò se stesso e la squadra dei Cedri per favorire, forzatamente, gli interessi di qualcun altro ed oggi con Vito Marotta, il Breve, che, facendo giustizia sommaria della decenza, qualche tempo fa, non si è fatto scrupolo di presenziare la conferenza stampa della squadra di Basket Cedri, blaterando di orgoglio e di decoro e di sostegno ad una squadra, che ha conferito lustro e prestigio alla città, ma che dovrebbe girare le spalle e andarsene all’istante…una squadra che è costretta ad allenarsi a Casagiove perché il PalaiIlario risulta non essere agibile…Vergogna! La società è perfettamente in regola e da tempo… e per la sistemazione a norma del Palazzetto, occorrono meno di 60mila euro, ma il sindaco tergiversa e per dimostrare tutta la sua integrità morale, dopo aver assicurato alla società Basket, tempi brevi per la soluzione, manda i vigili al PalaiIlario che “cacciano fuori” gli atleti in pieno allenamento…si chiedono spiegazioni ma lui sospira, assicura e poi, sempre a proposito del suo amore per lo sport, un amore che lo consuma dentro e gli ha già consumato la coratella in attesa del probabile resto…cosa fa?,….per dare prova di sé agli sportivi locali, per dimostrare chissà cosa a  chi, che lui è uno che quando ci si mette risolve…decide di dare un segno…e convoca la Giunta e tutti insieme appassionatamente, decidono di  finanziare il rifacimento del manto erboso  del Campo Amato, utilizzato dalla Società A.S.D.  Polisportiva R.Sannicolese,  il cui presidente pare sia il delegato allo Sport…cose e’ pazz! Le “beau geste” si traduce nella modica somma di 320 mila euro…un po’ cara ma si tratterà di Festuca Rubra o magari di Festuca Elatior o Festuca Arundinacea…sempre cara è…Ma la causa, sorcetti miei… è nobile e quando si presenta la necessità di aumentare la cifra, perché 320 mila euro, non sono sufficienti…et voilà, con un magnifico fendente virtuale che taglia l’aria in due, cosa ti inventa il piccolo Marotta?, ma una variazione di bilancio …ovvio no?….ma è legittimo?, boh! macchissenefrega! E la cifra sale magicamente a 497mila euro. Hai voglia e’ fa! Ci mettiamo pure le lumachine artificiali se non piove abbastanza per produrle naturalmente… Lo spunto a quanto sopra, lo ha gentilmente offerto un articolo del bravo collega Renato Casella di Cronache, che ha raccolto le dichiarazioni del pentastellato Federico De Matteis…e ci ha aperto la mente…una mente che doveva stare ostinatamente chiusa per evitare un’accusa di conflitto “d’affetti”…Ma non si può tacere oltre, perché l’atteggiamento di codesto sindaco è assolutamente inqualificabile…Ciò che madre natura non gli ha dato in altezza, cerca di attribuirselo con la spocchia da impunito…ed impunibile…C’è una scuola elementare la “De Filippo” di Via Ungaretti,  che non ha una palestra ed i bambini sono costretti a  fare ginnastica all’aperto…quanto costa sistemare le cose, sindaco?, la cosa non ti riguarda?, c’è un campo sportivo di Via D’Andrea…bastavano 100mila euro per la sistemazione…erano troppi sindaco?, rischiavi il dissesto?…E la manfrina dell’Agisac che per mesi ti sei ostinato a non costituire…ne vogliamo parlare??? Vogliamo cominciare  a parlare?, e allora in virtù di quella trasparenza con cui vi riempite le fauci, comincia a spiegare al volgo il motivo per il quale tu non hai 60mila euro per il PalaIlario e fai una variazione di bilancio, perché 320mila euro sono pochi per il manto erboso del Campo Amato… Non vorremmo alla fine della giostra, scoprire che a beneficiarne sono amici tuoi, perché se le nostre rimostranze,  dopo anni di  silenzio, si dovessero configurare come conflitti d’affetto, i tuoi sarebbero senza alcun dubbio conflitti d’interesse…Quindi…fuori la spiegazione e che sia esauriente…Per adesso, come direbbe Totò:  Ma mi faccia il piacere sindaco!