L’ARTE DEL PIZZAIOLO NAPOLETANO DIVENTA PATRIMONIO DELL’UNESCO

NAPOLI – Ci sono voluti sette anni, pieni di trattative e negoziati

, ma dopo tanti bracci di ferro il lavoro dei pizzaioli napoletani è pienamente riconosciuto. Il Comitato per la Salvaguardia del Patrimonio Culturale Immateriale dell’Unesco, riunito in sessione sull’isola di Jeju in Corea del Sud, ha valutato e deciso che l’arte del pizzaiolo napoletana è da considerarsi patrimonio dell’Unesco. Una notizia arrivata alle primissime ore del mattino, annunciata dal Ministro delle Politiche agricole, alimentari e forestali Maurizio Martina su Twitter; sullo stesso social sono arrivati i complimenti da parte dell’Unesco, che ha scelto una immagine evocativa per celebrare l’evento. Per l’Italia si tratta del 58esimo “Bene tutelato” dall’organizzazione, addirittura il nono nella sola Campania.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+