L’INCIUCIO DEL PSI REGIONALE CON “DAVVERO VERDI” E “CAMPANIA LIBERA”…E LUIGI BOSCO?…

SAN PRISCO – Martedì 12 dicembre alle ore 17 presso la ex Tenuta Schiavone, in San Prisco, acquistata alcuni anni fa dalla Curia di Capua, si terrà un convegno su: “TERRA di LAVORO e Regione Campania, tra Turismo e Cultura”. Saluto delle  autorità locali, relazione del vice Presidente della commissione regionale turismo e spettacolo, e conclusioni del Governatore della Campania, Vincenzo De Luca.

Da indiscrezioni abbiamo appreso che il tema vero del convegno è quello di verificare  quante possibilità ha il consigliere regionale Luigi Bosco, fedelissimo del governatore in provincia di Caserta, per un posto in Parlamento. E il PSI e i Davvero Verdi cosa fanno insieme a De Luca? I primi sono alla ricerca spasmodica di un posto da assessore per l’unico consigliere regionale, Enzo Maraio, in odore di indagato dalla Magistratura napoletana, mentre i secondi hanno già il loro assessore nella giunta De Luca. Alla fine, questo convegno diventerà una apertura di campagna elettorale per il rampollo di Casapulla, figlio dell’ex sindaco dottor Ferdinando Bosco, al quale auguriamo da Appiapolis, quanto prima, di risolvere i suoi problemi giudiziari.

Alla fine del convegno rimarranno le idee del PSI che non hanno le gambe per veicolare in Regione Campania , in vista anche di un rimpasto in giunta, ove il Governatore premierà l’unico consigliere regionale, nominandolo assessore con delega ai Beni Culturali, così come vanno cianciando, da tempo, i neo dirigenti del PSI provinciale, guidati da un ex PD di Orta di Atella. La strategia del PSI da Roma a Napoli fino a Caserta non cambia; alleati con il PD di Renzi, alle prossime politiche del 2018, ove scomparirà il simbolo, per volontà del vice ministro uscente, Riccardo Nencini. A questo punto, una considerazione è doverosa. Marco Di Lello fu definito un traditore, qualche anno fa,quando  abbandonò il PSI per aderire al PD. Marco, da politico lungimirante, cresciuto nel PSI di Bettino Craxi, aveva intuito che il segretario nazionale del PSI  lo avrebbe portato da Renzi, e lo  anticipò. Oggi il gruppo dirigente nazionale del PSI è alla frutta e vani sono stati i tentativi di Mauro Del Bue, attuale Direttore dell’Avanti, di mettere qualche pezza ad una barca che fa acqua da tutte le parti.

Per fortuna in provincia di Napoli, le giovani generazioni socialiste, supportate da vecchi militanti socialisti hanno  iniziato a scegliere gli uomini giusti, con congressi veri, per mandare via il gruppo che all’ultimo congresso regionale farsa ha nominato Marco Riccio, alla guida del PSI.  dalla crisi. Infatti le speranze sono legate ad un giovane, Francesco Mallardo, nipote del grande Esterino, che qualche mese fa, è stato eletto segretario provinciale di Napoli con l’80 % dei consensi dei delegati. Il compagno Esterino Mallardo, dopo la elezione di questo suo nipote, ha dichiarato testualmente: “Io metterò al servizio del PSI di Napoli e provincie,  tutta la mia esperienza per far uscire il partito dall’incapacità e dalla inesperienza di chi lo guida a livello regionale. Il Psi deve partire dal basso, aprendo le sezioni e discutendo delle politiche socialiste rivolte a coloro i quali soffrono ed ai giovani in cerca di occupazione”. Da Napoli provincia, e non da Caserta, Benevento, Avellino e Salerno, giungono segnali incoraggianti per un PSI distinto e distante dal PD di Renzi e da altri gruppi, costituiti dai fuoriusciti di Sinistra Ecologia e Libertà e dallo stesso partito democratico, che di ex comunisti non ha più niente, ma solo ex DC poi divenuti Margherita.

Tacco di Ghino

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+