PICCHIAVA MOGLIE E UMILIAVA IL FIGLIO, ARRESTATO

CASERTA – Umiliava continuamente la moglie ed il primogenito di sette anni, provocandogli una crescita difficilissima negli ultimi tre anni. La Polizia di Stato ha arrestato Antonio Maietta Maglione per i reati di maltrattamenti in famiglia, lesioni personali aggravate dall’aver commesso il fatto in danno di minore e corruzione di minorenne. Una indagine andata avanti nelle ultime settimane, alla denuncia della donna dello scorso ottobre che, dopo dieci anni di vessazioni, ha detto basta. Offese, insulti, vessazioni psicologiche, schiaffi e spintoni; le violenze venivano esplicate anche ai due figli, un maschio ed una femmina, con il primo messo sotto torchio, picchiandolo pesantemente e molestandolo con palpeggiamenti e spogliandosi in sua presenza. Il limite è stato sorpassato lo scorso settembre, quando il padre colpì con una forchetta il dorso della mano del figlio; inevitabili i segni di disagio del minorenne, come balbuzie ed un’insofferenza nei confronti del padre, tutti confermati dall’incontro del ragazzo con una psicologa dell’ASL in cui si è letteralmente liberato del peso che aveva dentro. Ora il padre aguzzino è in carcere, ed il ragazzo potrà avere un’infanzia improntata verso la normalità.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+