AL TEATRO DON BOSCO DI CASERTA VA IN SCENA “OMAGGIO AD EDUARDO” , OPERA IN DUE ATTI UNICI

di Giovanna Longobardi

CASERTA – Incalzano le atmosfere di Natale e la città di Caserta si arricchisce di eventi diversificati ampliando il ventaglio dell’offerta per i cittadini, ma anche per chi nel weekend vuole concedersi una pausa.  Per ogni campano, si sa, il Natale non può prescindere dalla commedia di Eduardo e così, sulla scia dei ricordi di ognuno legati a “Natale in casa Cupiello” e mossi dalla voglia di rendergli omaggio, gli “Amici del Teatro”, compagnia amatoriale divenuta una solida realtà associativa del tessuto culturale casertano, ha tradotto l’idea in rappresentazione portando in scena  proprio “Omaggio ad Eduardo”. L’iniziativa avrà luogo domenica 17 dicembre presso il teatro Don Bosco, nel cuore di Caserta, alle ore 18.30; un evento suddiviso in due atti unici “Pericolosamente” e “Gennariello”, con la regia di Gustavo Corbelli e scenografie del duo Nunzio Iaucci e Mario Ferragina.  Nel 33esimo anniversario della scomparsa del grande Maestro e a pochi giorni dal calcare le scene, gli attori durante le prove  confessano che confrontarsi con l’opera di Eduardo è un impegno alto, come alta era la sua scuola interpretativa. La gestualità, le parole cadenzate, la scelta dei tempi giusti alternati ai silenzi enfatizzanti, la poetica del “detto non detto” sono modalità espressive che rasentano l’introspezione. “Misurarsi con i personaggi di Eduardo è anche un forte insegnamento”, dichiara l’amico Pasquino Corbelli, che interpreterà il ruolo di Matteo (maestro di disegno) in “Gennariello”.  Due commedie che s’incentrano sulle dinamiche della relazione di coppia… sui generis e a tratti ridicola. Personaggi che sanno strappare la risata come cura e sollievo dai problemi di fondo che si innestano in un rapporto tra moglie e marito. Un invito aperto alla riflessione, che di questi tempi non guasta mai, e a prendere parte ad una kermesse che oltretutto si incornicia come evento dallo spirito solidale. Infatti, il ricavato dalla vendita dei biglietti (circa 6 euro)  sarà devoluto in beneficenza.  Come è di consuetudine a teatro non anticipiamo il nostro in bocca al lupo, ma ci preme ricordare anche gli altri interpreti che hanno reso possibile la manifestazione: Ersilia Zanframundo, Giuseppe Di Donna, Angelo Papale, Maria Rosaria Nacca, Margherita Stefanelli.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+