CASERTANA, IL 2018 PER SPICCARE IL VOLO. CON UN PADOVAN IN PIU’

0

di Alessandro Aita

STADIO PINTO – UN MOMENTO DELLA PARTITA – foto di Gianfranco CAROZZA

Finalmente Casertana. La vittoria del cuore per i falchetti, che chiudono al meglio il 2017 espugnando il Massimino di Catania per 2-1. Sugli scudi c’è sicuramente Stefano Padovan, l’attaccante scuola Juventus ha espresso tutto il suo potenziale mettendo a segno la doppietta che vale i tre punti: un gol tutto di forza e voglia il primo, difendendo il pallone al limite dell’area ed esplodendo un sinistro fulmineo che si è infilato alle spalle di Pisseri, concentrazione e freddezza nel secondo, entrando in area in completa solitudine ed approfittando della distratta difesa etnea; la speranza è che il numero 9 possa aver ingranato le marce alte, permettendo alla Casertana di avere già in casa un uomo dai gol pesanti al pari di Alfageme, finora apparso l’unica vera bocca da fuoco della squadra. Comunque sia, tre punti utilissimi per la classifica, con i rossoblu che escono fuori dalla zona playout; ma a lasciar ben sperare è stata la prestazione della squadra di D’Angelo, capace di giocarsela per 90’ con una delle favorite della promozione diretta. Si è sempre parlato di bel gioco non concretizzato nelle scorse settimane, questa volta i falchetti sono riusciti nell’intento regalando una bella gioia ai 26 coraggiosi arrivati in Sicilia. La chiusura di 2017 che ci voleva, con due vittorie che hanno scacciato via i fantasmi; ora via con la pausa, prima della chiusura di Gennaio che, con le sfide contro Fidelis Andria ed Akragas, potrebbe far svoltare definitivamente il campionato della Casertana.