SI SPEGNE IL SENATORE DI MADDALONI FERDINANDO IMPOSIMATO, SIMBOLO DELLA LOTTA ALLA CAMORRA

0

ROMA – È venuto a mancare questa mattina, all’età di 82 anni, il senatore e magistrato di Maddaloni Ferdinando Imposimato, noto per il suo impegno politico. Diventato magistrato nel 1964, è giudice istruttore di numerosi casi che hanno sconvolto la cronaca italiana, come il rapimento di Aldo Moro, il processo alla banda della Magliana, l’omicidio del vicepresidente del Consiglio Superiore della Magistratura Vittorio Bachelet e dei giudici Riccardo Palma e Girolamo Tartaglione; nel 1983 perse invece il fratello, Franco, ucciso dalla camorra. Dal 1987 entrò in politica, eletto nelle liste del Partito Comunista Italiano al Senato della Repubblica e nel 1992 alla Camera dei deputati. Negli ultimi anni, passati fra il sociale e nella difesa dei diritti umani, tornò alla ribalta politica dopo che il Movimento 5 stelle propose, tra gli altri, anche il suo nome come Presidente della Repubblica. Imposimato era ricoverato da qualche giorno al Gemelli di Roma, spirando questa mattina.