“L’ANGELO DEGLI ULTIMI”: IL 5 GENNAIO CALZE DELLA BEFANA PER I BAMBINI POVERI

0

DOPO IL PRANZO DI CAPODANNO ALLA STAZIONE DI CASERTA PER 100 CLOCHARD, I VOLONTARI DI ANTONIETTA D’ALBENZIO ORGANIZZANO UNA RACCOLTA DI DOLCIUMI

di Giovanna Longobardi

CASERTA – Hanno fatto rumore, tanto e volutamente … per non opprimere nel silenzio la fame di considerazione che lega gli uomini agli uomini. Ogni giorno accettano una sfida nuova e stavolta, quando tutto sembrava potenzialmente irrealizzabile, sono riusciti a brindare al nuovo anno in compagnia degli oltre 100 clochard a cui hanno dedicato ogni sforzo profuso. I volontari dell’associazione “L’Angelo degli Ultimi”, capeggiati dalla dinamica Antonietta D’Albenzio, sono stati ancora una volta i promotori di un’iniziativa umanitaria di grande solidarietà ed impatto emotivo: un pranzo speciale quello del primo gennaio 2018 all’interno dei locali della Stazione F.S. di Caserta. A dargli man forte nella realizzazione di questo progetto gli encomiabili chef Enzo Romano e Gerardo Rossi, quest’ultimo sopraggiunto dalla Svizzera solo per non far mancare il suo contributo. A loro si sono poi uniti gli associati del gruppo motociclistico Harley di Caserta e gli artisti Farina Giuseppina e Castagna Maurizia di “Interferenze Teatrali” che hanno regalato una performance d’intrattenimento.

Profondamente grata ad ognuno si dice Antonietta D’Albenzio. La voce attraversata da un’evidente emozione non cela l’incontrollabile felicità. “Il sentimento di speranza tramutato in azione… ho sentito che in ognuno non è sepolta la voglia di aiutare e di rendersi parte di un ingranaggio che spezzi le catene dell’indifferenza assoluta che troppo spesso condiziona le esistenze degli uomini e ferisce ogni giorno gli indigenti. Durante la preparazione di questo pranzo mi sono affidata a Dio e ho pregato affinché ci aiutasse a sfamare gli affamati: siano essi clochard, o più in generale gli uomini che hanno voglia e forza per mettersi in gioco a cuore pieno. Sono ancora incredula…In pochi giorni il passaparola tra le persone di tutta la provincia casertana ha reso possibile la raccolta di ogni sorta di materiale, dal vettovagliamento al cibo”.  Un ringraziamento va anche alla dirigenza F. S. nella persona di Salvatore Giuliano che ha lasciato il permesso di usufruire dello spazio interno alla stazione per aiutare i cosiddetti “invisibili”.

Enzo Romano, motore di questa macchina di beneficenza, che ha coinvolto decine e decine di persone racchiude in un commento tutta la sua gratitudine per quanti hanno partecipato: “Grazie alla rete i volontari sono triplicati. Grazie alla rete ho conosciuto Antonietta D’Albenzio, un miracolo d’amore e di dedizione quotidiana verso gli “ultimi e tanti volontari meravigliosi”.

Alla base dell’impegno preso c’è stata la volontà concettuale e spirituale di non permettere a nessuno di strumentalizzare l’operazione di solidarietà a favore dei clochard. Antonietta D’Albenzio ha un’idea pura del “fare volontariato” e per lei è sinonimo di cittadinanza attiva e di francescana cristianità.

Un obiettivo centrato che ha goduto di una mobilitazione generale in cui semplicemente ognuno ha donato ciò che poteva, anche solo un coltello o una bottiglia di olio. Un grande merito va ai tanti volontari se la stazione lunedì pomeriggio si è inebriata di buoni profumi; un avvio d’anno che per i dimenticati ha un significato grandissimo. Nel confronto tra persone hanno vinto i sorrisi e gli scambi di auguri a Caserta hanno assunto il valore sincero della condivisione e dell’altruismo incondizionato.

Gli ideatori e l’associazione “L’Angelo degli Ultimi” intanto stanno già pensando a regalare un po’ di serenità ai bambini meno fortunati per la festa della Befana organizzando una raccolta di caramelle, cioccolatini e dolciumi che avverrà il giorno 5 Gennaio dalle ore 15:00 alle ore 17:00 presso la Stazione di Caserta.

L’invito è aperto a chiunque voglia aderire all’iniziativa.