IL CODACONS ATTACCA IL COMUNE DI SAN NICOLA: “TARI AUMENTATA ILLEGALMENTE”

0

SAN NICOLA LA STRADA – Nuova bordata verso l’amministrazione comunale, già nell’occhio nel ciclone numerose volte: come non ricordare la piscina diventata un monumento allo spreco pubblico e, ultimamente, la polemica sul rifacimento del Campo Amato per un costo di più di mezzo milione di euro. L’accusa arriva questa volta dal Codacons Caserta, guidato dall’avvocato Maurizio Gallicola, che con una nota denuncia come la Tari, la tassa sui rifiuti, sia stata  calcolata illegittimamente dal 2014 al 2016, con un aumento calcolato attorno al 40-50% su chi possiede garage, cantinole e posti auto. Un aumento dunque spropositato, con il Codacons che si mette a disposizione per sostenere i cittadini per il recupero dell’importo. Non è la prima volta che il Comune di San Nicola è sotto torchio: ma arriverà mai l’ultima? Intanto vi riportiamo il testo del comunicato pervenutoci in redazione.

Il Comune di San Nicola La Strada – si legge nella nota stampa –  da anni si distingue per le illegali ed illegittime fatturazioni della raccolta dei rifiuti.

Per anni infatti è stato tra i pochi comuni italiani ad applicare l’ IVA sulla tassa dei rifiuti.

Del Codacons Caserta fu la prima causa vinta in tal senso.

Adesso abbiamo verificato dai numerosi cittadini venuti presso la nostra sede che la Tari per gli anni 2014,15,16 è stata calcolata illegittimamente .

Un aumento calcolato intorno al 40-50% su chi possiede garage – cantinole – posto auto.

Ai cittadini di San Nicola La Strada diciamo che è giunto il momento di ribellarsi alle gabelle che il Comune VI INFLIGGE DA ANNI.

IL CODACONS CASERTA è pronto a sostenervi e a farvi recuperare gli importi !!!