34 INDAGATI PER L’OPERAZIONE MISTER JAMES, C’E’ ANCHE UN CASERTANO

0

FORLI’ – C’è anche un casertano fra i 34 indagati, di cui otto arrestati, nella operazione ‘Mister James’, indagine condotta nei confronti di un’associazione a delinquere, operante in regioni italiane quali Lombardia, Lazio, Campania e Sicilia, ed all’estero, dedita alla commissione di numerosi reati quali l’abusivismo finanziario, la bancarotta fraudolenta, truffe, anche aggravate, realizzate mediante emissioni di garanzie fideiussorie false, ricettazione ed appropriazione indebita. Le indagini, iniziate nel 2016, hanno potuto permettere il deferimento di 34 persone che operavano nel territorio italiano. La società emetteva delle false polizze di fidejussione a favore di terzi procurandosi dei guadagni illeciti, acquisiva delle società in crisi finanziaria con società create ad hoc, stipulando contratti d’affitto d’azienda garantendo la gestione dell’azienda, rivendendo poi tuti i eni finanziari e fornendo poi ai creditori delle altre false fidejussioni. Il tutto grazie ad un falso istituto di credito con sede a Londra, facente parte di un altro istituto svedese all’oscuro di tutto, a cui venivano intestate le fideiussioni. Nel corso dell’articolata attività investigativa è stato già accertato il pagamento di premi per un capitale garantito pari a circa 50 milioni di euro mentre sono in corso ulteriori accertamenti su polizze che si ritiene possano essere state proposte / stipulate per ulteriori 150 milioni. Tra i tentativi di acquisizione, anche quello della Olidata, storica azienda romagnola e prima produttrice di Pc in Europa.