A CASERTA QUANDO INTITOLERANNO UNA PIAZZA O UNA STRADA A BETTINO CRAXI?

0

CASERTA –  Attualmente il PSI di Brancaccio, Iannucci, Piazza ed altri collaborano con il sindaco Marino, al quale sono legati, oltre che da un accordo politico di programma ma anche da vincoli di amicizia, visto che l’avvocato ha portato il saluto della città, nel 2017 presso l’Hotel di Piazza Vanvitelli, in occasione del Referendum; presente il direttore dell’Avanti, Mauro del Bue. Per l’attuale gruppo dirigente provinciale del PSI guidato da un ex PD, partito nel quale milita il primo cittadino di Caserta, non vi dovrebbero essere problemi a chieder la intitolazione di una piazza o di una strada a Bettino Craxi, Statista ed autorevole Presidente del Consiglio negli anni 90 e fino alla fine del 2000, quando scoppiò Tangentopoli. Sono 18 anni che Craxi è deceduto ad Hammameth, in esilio per sua volontà, e tanti sono stati i compagni che hanno voluto onorarlo in Tunisia, come in altre città italiane, mentre la giunta ed il sindaco di Sesto San Giovanni gli hanno dedicato una strada, proprio ieri. E i socialisti di Caserta? Probabilmente sono distratti dalle candidature al nuovo Parlamento che si eleggerà il 4 marzo, dimenticando che l’ultimo leader del PSI, sono diciotto anni che ci ha lasciato per responsabilità di altri, sul suo fine vita, e sarebbe il caso che il gruppo consiliare proporrebbe al sindaco Marino di onorarlo nel modo migliore. Se Pierino Lagnese, Pippotto Francese, Mauro Cerrone e lo stesso Mimmo Dell’Aquila fossero stati ancora in vita, lo avrebbero onorato a Vitulazio, Aversa, Santa Maria Capua Vetere e Caserta.

Tacco di Ghino.