MEMORIA DELL’OLOCAUSTO AL BUON PASTORE, DON ANTONELLO: “È NOSTRO DOVERE FORMARE LE COSCIENZE”

0
don Antonello Giannotti

CASERTA – “Viaggio nella memoria. Ricordare per non ripetere”: questo è il tema dell’incontro organizzato da don Antonello Giannotti nella Parrocchia del Buon Pastore di Caserta, che si terrà martedì 23 gennaio 2018 all’interno della Sala Moscati a partire dalle ore 19.00.

Una giornata dedicata dunque alla memoria dell’Olocausto, il terribile genocidio messo in atto dalla Germania nazista durante la Seconda Guerra Mondiale, che portò milioni e milioni di ebrei alla morte.

Durante l’incontro interverranno al dibattito il dott. Roberto Malinconico (Dirigente ASL e Presidente della Melagrana Onlus, un’associazione culturale e di utilità sociale che nel corso degli anni ha maturato esperienze di presenza attiva e volontaria in contesti complessi e difficili, partecipando tra l’altro come promotore di memoria attraverso viaggi condotti nei campi di concentramento ad Auschwitz e a Birkenau); il dott. Agostino Morgillo (Coordinatore provinciale ANPI – Associazione Nazionale Partigiani d’Italia) e don Antonello Giannotti (Parroco del ‘Buon Pastore’ di Caserta).

“Il tema dell’incontro è fondamentale – ha spiegato don Antonello Giannotti – Bisogna ricordare per non ripetere. La memoria dell’Olocausto è una giornata che non può essere dimenticata. E’ una giornata che andrebbe celebrata sempre, perchè il rischio è che con il passare delle generazioni queste giornate rimangano solo un fatto storico che si studia tra i banchi di scuola. Il nostro intento dunque è quello di contribuire alla riflessione sul valore della memoria affinché le nuove generazioni non dimentichino la Shoah e tutti gli stermini e i genocidi perpetrati in nomi di falsi valori ai danni dell’uomo ”.

“Vogliamo contribuire – ha continuato don Antonello – ad arginare anche tutti i fenomeni di negazionismo quanto mai presenti nella società in cui viviamo”.

Si prospetta quindi un momento di riflessione importante ricco di quei valori cristiani che la Parrocchia del ‘Buon Pastore’ di Caserta cerca ogni giorno di trasmettere alla civitas casertana.

“La celebrazione della giornata della memoria – ha concluso don Antonello – è il minimo che possiamo fare come parrocchia nei confronti di quello che è avvenuto. Il nostro dovere è quello di ricordare e condannare certe barbarie. Dobbiamo formare le coscienze affinché non si ripetano mai più atti del genere. L’Olocausto è la cosa più grave che sia accaduta nella storia dell’umanità. Mi auguro che tutte le parrocchie celebrino la memoria della Shoah o almeno la ricordino, perchè è un dovere ricordarla”.