SCAMBIO DI VOTO: LA CASSAZIONE CONFERMA IL CARCERE PER L’EX SINDACO DI SCAFATI

0

PASQUALE ALIBERTI  INDAGATO PER SCAMBIO DI VOTO POLITICO-MAFIOSO

   Angelo Pasqualino Aliberti

SALERNO – L’ex sindaco di Scafati (Salerno) Angelo Pasqualino Aliberti deve andare in carcere. E’ questa la decisione della Corte di Cassazione che ha accolto la richiesta del procuratore generale, rigettando il ricorso presentato dai difensori.
L’ex sindaco Aliberti è indagato per scambio di voto politico-mafioso per le amministrative del 2013 a Scafati e, assieme alla moglie Monica Paolino, per le Regionali del 2015, dove la Paolino fu eletta consigliere regionale. Accolte dalla Suprema Corte anche le richieste di misura cautelare per Luigi Ridosso (in carcere) e Gennaro Ridosso (ai domiciliari). Attualmente entrambi sono in carcere per altri reati.

Lo scorso 22 settembre il tribunale del Riesame di Salerno aveva accolto la richiesta d’arresto della procura Distrettuale Antimafia per Aliberti, indagato per violazione della legge elettorale, con l’aggravante del metodo mafioso e per scambio elettorale politico-mafioso, e Luigi e Gennaro Ridosso.