VALENTINO GRANT RINUNCIA ALLA CANDIDATURA?, UH UH UH…MA CI FACCIA IL PIACERE!…

0

L’UNGHIATA DI CLITENNESTRA

   Valentino Grant

C’è un limite a tutto ma soprattutto c’è un limite alla libertà di parola…persino in una campagna elettorale come questa, sospesa a metà tra una chiacchiera di carnevale e la sagra del pernacchio prolungato…la decenza è indispensabile…

Il signor Valentino Grant che in maniera certosina, da due anni a questa parte,  ha seguito ogni starnuto della Lega, veicolando le bollicine sparse nelle contrade meridionali, al solo scopo di ottenere una candidatura, in attesa della quale ha asfissiato l’umanità pensante, oggi con lo sguardo presumibilmente stellato e la boccuccia stretta come si addice alla solennità dell’occasione, dichiara di avere rinunciato all’offerta di candidatura per rispetto alla Banca che presiede ed ai suoi soci. In un momento storico in cui le Banche governano il mondo conosciuto, Valentino Grant si preoccupa di non urtare la sensibilità della Bcc di Filadelfia, pardon di Casagiove…accettando un’offerta che presumibilmente esiste soltanto nel suo immaginario. E’ appena il caso di sottolineare che se le sue intenzioni erano di chiamarsi fuori, sempre per rispetto alla banca, avrebbe dovuto evitare di pasticciare e intorbidare le acque della vigilia, intrattenendo conversari con il senatore Volpi che conta come il due di coppe e che ha ottenuto come unico risultato di vanificare ogni possibilità seria e concreta per Caserta…