CITTA’ FUTURA SUL 4 MARZO: ‘IL NOSTRO VOTO A UN CASERTANO’

CASERTA – Il Movimento Città Futura ribadisce con un comunicato stampa il proprio pensiero sulle prossime elezioni politiche del 4 marzo: “Riteniamo che le prossime elezioni Politiche siano importanti se non fondamentali per il futuro del nostro Paese, in primis perché arrivano in un momento particolare e soprattutto perché nonostante una legge elettorale balorda, almeno questa volta avremo possibilità di scegliere. Città Futura, rimanendo coerente con quelle che sono le proprie ideologie la sua identità civica e il suo percorso politico ha già espresso la propria proiezione di voto per il 4 Marzo, la nostra preferenza andrà sicuramente ad un Casertano perché riteniamo indispensabile la presenza di un nostro concittadino al Parlamento. La nostra scelta e il nostro sostegno ad un partito andrà a chi con noi stabilirà un patto per la città, 5 punti che riteniamo indispensabili e non negoziabili: AZIONE INCISIVA DI MARKETING TERRITORIALE (promozione Realtà positive del Territorio-prodotti tipici-siti di interesse storico); SICUREZZA E LEGALITÀ (progetto strade sicure, poliziotto di quartiere, di controllo immigrazione, contrasto alla microcriminalità); ECONOMIA DEL TERRITORIO (industria, commercio, trasporti, infrastrutture, turismo); AMBIENTE – SANITÀ (completamento policlinico, delocalizzazione cave, università e ricerca, occupazione e salute); LA BUONA SCUOLA ( il nostro territorio inserito in un progetto politico nazionale ed europeo che attenzioni maggiormente la cultura attraverso la scuola secondo la filiera Cittadini- aule comunali- Regione- aule parlamentari per il progetto di vita futuro di ciascuno). Sosterremo a 360 gradi la Casertanità, per troppo tempo non abbiamo avuto interlocutori al Parlamento e abbiamo pagato a caro prezzo e sulla nostra pelle tale mancanza, crediamo sia il momento giusto per fare sinergia intorno a chi sposerà in pieno il nostro progetto e soprattutto crediamo sia fondamentale creare un collegamento fra chi come noi lavora costantemente sul territorio e chi andrà al Parlamento a rappresentare le nostre istanze”.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+