MANIFESTAZIONE DE MAGISTRIS A ROMA: FERMATO IL BUS E PERQUISITI I MANIFESTANTI

0
Maria Teresa Dolce, moglie del sindaco De Magistris foto ANSA

NAPOLI“In questo momento (intorno alle 14) forze dell’ordine hanno fermato i pullman dell’amministrazione comunale di Napoli diretti verso Roma. Perquisizione e addirittura controlli degli striscioni?! Ma stiamo scherzando???” Arriva così in redazione la notizia del post pubblicato su FB dal presidente della terza Municipalità, Ivo Poggiani, a bordo di uno dei dieci bus partiti stamattina da Napoli alla volta della capitale per una manifestazione, prevista in piazza Montecitorio, per chiedere interventi del governo sul debito del comune di Napoli. Sui mezzi fermati c’erano, oltre a consiglieri e presidenti di Municipalità, anche il vice sindaco Raffaele del Giudice e l’assessore alle Politiche Giovanili Alessandra Clemente.

I bus sembra siano stati fermati tre volte durante il loro percorso per raggiungere Montecitorio, e, secondo quanto riferito dai presenti, hanno subito perquisizioni personali. Tra le perquisite anche la moglie del sindaco, Maria Teresa Dolce.

Intanto il sindaco di Napoli, Luigi De Magistris, già arrivato in piazza Montecitorio, ha dichiarato “Voglio chiarirlo subito, la nostra è una manifestazione pacifica, con mille napoletani che stanno arrivando qui a Roma sganciati da ogni logica di partito e pronti a difendere la città di Napoli da un debito che è stato fatto negli anni ’80, che ha provocato un pignoramento di 100 milioni che rende ancora più povera la nostra città” Poi ha aggiunto “Se questo è il livello democratico del paese, e si consente di manifestare a Casapound, allora – sottolinea De Magistris – siamo alla follia. Noi diversamente da altri vogliamo difendere la Costituzione”.

In attesa dell’arrivo dei pullman di manifestanti le notizie si susseguivano concitate, ma il sindaco De Magistris ha commentato ironico “Ho sentito il mio staff e ho saputo che i pullman della manifestazione che si dovrà tenere qui davanti a Montecitorio stanno girando sul Grande raccordo anulare, evidentemente gli stanno facendo fare un giro turistico. E se ancora stanno sul Gra, allora vuol dire che la situazione del traffico a Napoli è migliore, e poi dite che noi abbiamo problemi di mobilità”.