OSPEDALE, FERRANTE, ABBASSAMENTO DELLA VISTA O MIOPIA CRONICA?

(f.n.) Lo stress gioca brutti scherzi…talvolta annebbia la vista laddove non accechi addirittura …probabilmente sarà quello che è successo al grande Ferrante che, da acutissimo sparviero, (ideatore di un servizio all’avanguardia, la FHI (Federal Hospital Investigation), una intelligence a vasto raggio che registra minuto per minuto, i movimenti sospetti dello scarrafone stercorario che, furtivamente, si aggira intorno al rifiuto doc di cui, modestamente l’Ospedale di Caserta è produttore esclusivo), oggi sembra essere ridotto in quanto a diottrie,  al rango di una talpetta “cecata”…laddove non sia stato “politicamente” consigliato di far finta di non vedere… In tal caso…il rischio dell’ennesima “figurella” aumenta vertiginosamente…Infatti…fai finta di non vedere oggi, fai finta di non vedere domani…alla fine qualcuno si prenderà la libertà di fare “fru fru” sotto al mento del direttore generale e sussurrargli: “Bello…(allungando pericolosamente le vocali e ed o) ma lo sai che la campagna elettorale sul posto di lavoro non è consentita?, neppure a coloro che non dipendono direttamente dall’A.O. ma vi lavorano?, ed allora come mai qualcuno durante le ore di servizio gira per l’Ospedale?, in virtù di quale altra fantasiosa deroga al regolamento, si fa campagna elettorale peraltro vaticinando “stabilizzazioni” impossibili? ”. Eh già, perché corre voce che sia proprio questo quello che succede ed è appena il caso di sottolinearlo, visto che il direttore generale Mario Nicola Vittorio Ferrante detto The Big per abitudine o per vezzo, sovente si pavoneggia lungo i corridoi, proclamando “urbi ed orbi” che lui è inattaccabile, onesto e  competente … immemore, come sempre di un fatto inconfutabile: le pareti hanno orecchie e noi brutti, sporchi e cattivi, abbiamo la pessima abitudine di stare sempre “C’a’ recchia ‘nterra”…Potremmo continuare per un pezzo ma non vorremmo creare troppo traffico emozionale al terzo piano della Palazzina bianca laggiù in fondo al Parco della Rimembranza virtuale dei passati sconquassi di cui ahimé si conserva aurea memoria e che una fatale nemesi, sembra avere intenzione di perpetuare…

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+