ALLA MAGGIORANZA CHE SOSTIENE IL PRIMO CITTADINO, MANCA LA COLLEGIALITÀ: BASTA CON I PROCLAMI, IL POPOLO VUOLE I FATTI

0

SAN PRISCO – Negli ultimi tempi, qualche consigliere di maggioranza, la cui voce in consiglio comunale non si è mai sentita, continua a parlare di Polizia Municipale e di un nuovo arrivo di un comandante, dimenticando che, allo stato dei fatti, il capitano Giuseppe Foniciello, ha già l’incarico da alcuni anni. Alla città di San Prisco mancano i vigili urbani e gli impiegati comunali;  quindi, visto che il Segretario  Comunale, nonché  Capo del Personale, ha capacità professionali  per trovare  soluzioni alternative, atte a risolvere momentaneamente le carenze di personale, perché sia il bilancio comunale che il Governo non consentono di espletare concorsi, nei meandri della legge sugli enti locali, si possono trovare soluzioni a tempo determinato per alcune figure professionali, per mandare avanti la macchina amministrativa. Basta con le alzate di ingegno di qualche assessore o consigliere delegato, che continuano su qualche quotidiano provinciale a dichiarare che a stretto giro si troverà un altro comandante della Polizia Municipale, in sostituzione di colui che ha dimostrato, in poco tempo, e parliamo del valido capo dei vigili urbani di Capodrise, il cui sindaco ha richiamato nella sua cittadina perché indispensabile per il ruolo che svolge nel suo comune.

Basta con queste fantasie invernali, il primo cittadino dottor Domenico D’Angelo, dovrebbe iniziare a controllare i suoi consiglieri e assessori della sua maggioranza, in tema di dichiarazioni sulla carta stampata, altrimenti si da adito alla minoranza di continuare a lanciare, giustamente, segnali di incapacità amministrativa di alcuni elementi che compongono la maggioranza, i quali necessitano, in primo luogo di una buona formazione amministrativa e successivamente di senso civico, sia fuori che dentro all’aula consiliare. Ma la scopa del Movimento 5 Stelle, giunta domenica nella città di San Prisco, nei pressi del gazebo allestito dai sostenitori del candidato locale alla Camera dei Deputati, ing. Aniello Nazaria, non ha insegnato niente ad alcuni di questi dilettanti allo sbaraglio? La città di San Prisco ha bisogno di manutenzione delle strade, di video sorveglianza, attraverso le famose telecamere che tardano ad essere installate e delle quali si sta parlando da qualche anno, ma al momento continuano i furti di appartamento nell’intera città e non solo a Via Madonna delle Grazie. Alcuni giorni fa, un anziano ma saggio amministratore di sinistra, che di mestiere ha sempre fatto l’ebanista, diceva testualmente: “Ad alcuni di questi consiglieri, sia di maggioranza che di minoranza, mancano le idee per amministrare, forse perché non hanno le gambe giuste per farle veicolare”. Infine un appello accurato al primo cittadino: “Ammonire coloro i quali vanno a ruota libera, con dichiarazioni, che sono il risultato di puro egoismo, dettate dalla incapacità amministrativa, sia sulla carta stampata che sui quotidiani online”. di Carmine Eliseo