ASL ED IL MONDO DI SOTTO, UN MILIONE DI EURO PER UN DOPPIONE…

Sarebbe un errore fermarsi ad un’analisi superficiale delle cose…è sempre costruttivo, infatti,  andare in profondità…leggere tra le righe e soprattutto meditare…Meditate gente…Meditate

E su questa lunghezza d’onda, è appena il caso di ritornare alla delibera  n. 248 del 27.02.2018 e soffermandoci sulle motivazioni probanti, che dovrebbero giustificare e motivare il  bando per 1 milione di euro per l’assistenza psico-fisica dei migranti, leggiamo testualmente: “Vista la persistenza di situazioni di difficoltà da parte dei migranti nell’accesso ai servizi sanitari del territorio nel ricevere adeguata assistenza sanitaria (sic!)

A questo punto, è appena il caso di ricordare che nell’Atto Aziendale dell’Asl Caserta, approvato circa due mesi fa dalla Giunta Regionale della Campania, vi è un capitolo specifico dedicato proprio alla “Assistenza Territoriale rivolta agli Stranieri” con tutte le sue brave articolazioni e modalità di applicazione. Dobbiamo, quindi, ritenere che sia le strutture deputate al caso, sia i contenuti, sia gli stipendi previsti e devoluti, siano un vero e proprio bluff o addirittura materia per la Corte dei Conti, o no?

E’ opportuno ricordare, inoltre, come la Asl di Caserta, in occasione del Forum P.A. 2000 tenutosi a Roma, fosse stata addirittura destinataria di una menzione speciale con grande eco nazionale, all’epoca dei fatti era   Direttore Generale Francesco Testa, per avere, prima in Italia, istituito il Servizio di assistenza sanitaria STP (Stranieri Temporaneamente Presenti) tuttora esistente tra i Servizi dell’ASL. Un altro contenitore per stipendi ai relativi Dirigenti? A questo punto, la domanda sorge spontanea: alla luce di quanto sopra enunciato e ricordato, in quale maniera ed in virtù di quale fantasioso ma evidentemente inossidabile progetto, si giustifica un bando da un milione di euro che si propone di posare in opera cose già previste e finanziate?, e se al signor Menduni, che aveva chiuso un centro importante per la comunità casertana, sono  stati regalati 30mila euro (avvacante) a Testa cosa si dovrebbe regalare per avere ottemperato ai dettati della solidarietà?, Palazzo Reale?  Della serie: i grandi interrogativi del Terzo Millennio.

ARTICOLO CORRELATO

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+