RIFIUTI, CANTONE: E’ SBAGLIATO DIRE NO AGLI IMPIANTI

 

CASERTA“Sono rimasto molto colpito per quanto scoperto da Fanpage, che pure va riscontrato dalla magistratura. Oggi sono le imprese del Nord che si occupano di gestire i nostri rifiuti, mentre prima era il contrario, ovvero era la camorra che smaltiva i rifiuti provenienti dal Settentrione. Questo evidenzia però un altro problema: che gli impianti in Campania ci vogliono, e i cittadini sbagliano a protestare”. Lo ha detto Raffaele Cantone rispondendo alla domanda di una studentessa all’evento tenuto a Caserta, al complesso borbonico del Belvedere di San Leucio, “Ti leggo: viaggio con Treccani nelle forme della lettura – Legalità e Corruzione”, organizzato da Treccani Cultura. “Da noi – aggiunge Cantone – mancano gli impianti e c’è un ciclo di rifiuti non completo. Il meccanismo necessario è quello di tracciare questa attività sui rifiuti, perché si può controllare. Ma la responsabilità è anche dei cittadini, che non esitano a scendere in piazza a protestare ogni qualvolta viene proposta la realizzazione di un impianto, penso al compostaggio, che è necessario per lavorare i rifiuti umidi. Ad Acerra abbiamo realizzato un termovalorizzatore che non ha creato alcuno dei problemi di natura ambientale che erano stati denunciati; per farlo, lo Stato ha dovuto militarizzare l’area. Tanti cittadini sono responsabili, penso anche ai contadini che hanno messo a disposizione i propri terreni per smaltimenti illegali; ma nessuno ha protestato per questo”

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+