LEGGE “DOPO DI NOI”: NASCE LO SPORTELLO PER FRONTEGGIARE LE FRAGILITÀ SOCIALI

LA PRESENTAZIONE AL SALONE DEGLI SPECCHI CON L’ASSESSORE REGIONALE FORTINI, I SINDACI E I PRESIDENTI DEGLI ORDINI E DEI COLLEGI PROFESSIONALI DELLA PROVINCIA DI CASERTA

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Ulteriore e concreto passo in avanti da parte dei Comuni dell’Ambito Sociale C8, di cui Santa Maria Capua Vetere è Ente capofila, relativamente all’applicazione della legge 112/2016 cosiddetta “legge dopo di noi” finalizzata a disciplinare misure di assistenza, cura e protezione nell’interesse delle persone con disabilità.

In continuità rispetto al Protocollo di Intesa stipulato lo scorso mese di dicembre, tra i Comuni dell’Ambito C8 e gli Ordini e Collegi professionali della Provincia di Caserta ed esteso successivamente all’Ambito C4 per un coinvolgimento totale di 38 Comuni, giovedì 15 marzo (alle ore 15.00) il Salone degli Specchi della città di Santa Maria Capua Vetere farà da cornice al convegno dal titolo “Legge sul Dopo di Noi: risposte e percorsi operativi”, in occasione del quale si procederà alla presentazione dell’apertura di uno sportello presso il Comune di Santa Maria Capua Vetere dedicato esclusivamente alle persone con disabilità e alle associazioni che operano a tutela delle persone vulnerabili in tema di amministrazione di sostegno e legge 112/2016.

L’Ambito Sociale C8 continua così ad attuare azioni concrete ed iniziative finalizzate ad affrontare il tema della fragilità sociale in continuità sia rispetto all’accordo intercorso nel mese di maggio tra il Comune e il Consiglio Notarile di Santa Maria Capua Vetere in occasione dell’Open Day nazionale per la “tutela delle fragilità sociali” e sia rispetto al Protocollo di Intesa stipulato lo scorso mese di dicembre tra i Comuni dell’Ambito C8 e gli Ordini e Collegi Professionali della Provincia di Caserta finalizzato a creare una rete fra i Comuni, il mondo delle professioni e le associazioni per mettere gratuitamente a disposizione delle persone con disabilità, delle loro famiglie e delle associazioni che si occupano di tali importanti e delicate tematiche, strumenti e consulenze in materia giuridica, fiscale e tecnica per un potenziamento di programmi di sostegno alla domiciliarità e per una crescente attenzione per l’alloggio per il disabile.

All’incontro, che sarà aperto dai saluti del sindaco Antonio Mirra, Presidente del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito C8, sarà presente l’Assessore all’Istruzione e alle Politiche Sociali della Regione Campania Lucia Fortini; Alessandro de Donato, presidente del Consiglio Notarile di Santa Maria Capua Vetere e Presidente del CUP, procederà alla presentazione del Protocollo Operativo tra gli Ambiti territoriali C8 e C4 e gli Ordini e Collegi professionali della Provincia di Caserta; a seguire verranno presentate, dall’assessore alle Politiche Sociali Rosida Baia e dal sindaco di Piedimonte Matese Luigi Di Lorenzo Presidente del Coordinamento Istituzionale dell’Ambito C4, le due proposte operative che si concretizzano nell’apertura degli sportelli per il “Dopo di noi” rispettivamente nei Comuni di Santa Maria Capua Vetere e Piedimonte Matese, Comuni capofila dei rispettivi Ambiti; la panoramica sugli strumenti giuridici, fiscali e tecnici previsti dalla legge “Dopo di noi” verrà illustrata da Francesco Buco, vice presidente dell’Ordine degli Avvocati di Santa Maria Capua Vetere, da Luigi Fabozzi, presidente dell’Ordine dei Dottori Commercialisti e degli Esperti Contabili di Caserta, da Rossella Bicco, presidente dell’Ordine degli Architetti Pianificatori, Paesaggisti e Conservatori, da Aniello Della Valle, presidente del Collegio dei Geometri e da Massimo Vitelli, presidente dell’Ordine degli Ingegneri. Al convegno saranno inoltre presenti i primi cittadini dei Comuni appartenenti all’Ambito C8 nelle persone di Emiddio Cimmino, sindaco di San Tammaro, Michele Sarogni, sindaco di Casapulla, Antonio Papa, sindaco di Santa Maria la Fossa, Antonio Raiano, sindaco di Curti, Vito Gravante, sindaco di Grazzanise, Domenico D’Angelo, sindaco di San Prisco.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+