OSPEDALE, MANIFESTI ELETTORALI ABUSIVI, INTONACO IN PEZZI & MONNEZZA”

3

(f.n.) Per quei pochi, giusto due o tre, che non si fossero accorti che nell’Aorn è in corso una campagna elettorale “fast and furious” per i nuovi rappresentanti, è apparsa in tutto il suo scempio technicolor, la violazione di qualunque, dir si voglia, “norma” di rispetto civico. Eppur esiste una normativa che prevede il diritto di affissione per la propaganda elettorale ed evidenzia al tempo stesso le eventuali sanzioni a carico di chi quelle norme, viola.

La violazione di cui all’art. 6, comma 1, della legge 212/56 prevede una sanzione amministrativa pecuniaria da 103,00 euro a 1.032,00 euro. Le Amministrazioni interessate, sono quindi tenute a provvedere alla rimozione dei manifesti affissi fuori dagli spazi autorizzati per ciascun partito politico o movimento, nonché a rimuovere ogni altra affissione abusiva o scritta…se qualcuno avesse difficoltà a riconoscere i mnifesti abusivi, sappia che sono “appiccicati” con il cerotto, quindi facilmente individuabili…Le spese per la rimozione, come prevede la legge, sono a carico in solido, dell’esecutore materiale e del committente responsabile… Vorremmo chiedere sommessamente a Santa Tetta, patrona dell’Aseptic Planet, che, mossa da inusuale ma necessaria pietà, alzi la graziosa “petit patte” e si dia a vergare di “suo pugno medesimo”, sul solito pizzino, fondo amaranto stile fb, l’ordine di ripulitura delle pareti…si dia ad individuare i responsabili e addebiti loro le spese di imbiancatura pareti.

Per quanto riguarda invece il decoro obbligatorio degli spazi comuni, all’interno dell’Aorn (che, anziché raggiungere le coste della Svezia, racconteranno i posteri, avrà preferito affondare nelle acque del golfo di Danimarca, dopo un pubblico scenografico harakiri) bene…Santa Tetta dell’Igiene a Macchia di Leopardo, è appena il caso di chiedere alla S.V.I.: ma… a casa tua i cartoni li spargi, secondo il tuo gusto artistico, ispirato al concetto di libera astrazione, ovverossia quando ti viene l’estro di spargerli o rispetti gli orari? Santa Tetta dell’Igiene Misericordioso, rivolgi la tua pietosa attenzione, ma soprattutto recupera una “vrenzola” di rispetto per la salute di quei poveri sventurati, che passano davanti alla rianimazione, malati, parenti e personale e provvedi a disporre il divieto assoluto di discarica della monnezza, sia pure temporanea e provvisoria, nelle zone di passaggio…perché… se fai bene attenzione e non ti distrai,  la “pazziella” che state governando in tre, è un Ospedale… non è la giostrina di “mastu Ciccio”,  in fondo ai giardinetti… Vuoi vedere che nessuno ha informato le loro signorie, che il trasporto dei rifiuti deve avvenire tramite carrelli o cassonetti, che non ne consentano lo sgocciolamento o “l’inzozzamento” delle aree di passaggio? Come potete osservare dalle nostre “istantanee”, il peccato di superficialità è esattamente quello che contraddistingue il vostro governo…la drammatica promiscuità dei rifiuti…la drammatica promiscuità!…Santa Tetta dell’Omogeneizzato al Lampone che non è il marito della “lampa di fuoco” che qualcuno ci sta augurando…Siete vergognosamente superficiali ed eticamente scorretti…non ve la prendete….non vi fate venire le rughe… ma è esattamente così che alimentate “la stagione del nostro scontento”…Hasta la vista!

3 Commenti

  1. ma quelli neri sono i bidoncini dei rifiuti pericolosi? li vicino passano i pazienti per andare alla tac? ma questi sono proprio dei bastardi pericolosi. E poi i malati muoiono per le infezioni! maledetti

Comments are closed.