PREMIO VOLTURNO AL MAESTRO BEPPE VESSICCHIO

0

CAPUA – Il Premio Volturno 2018 riservato ai benemeriti dell’ambiente e del territorio è stato attribuito al noto Direttore d’orchestra e compositore  Beppe Vessicchio, soprattutto,  per aver realizzato, oltre al libro La musica fa crescere i pomodori, una attività scientifica di supporto alle coltivazioni agricole, curate nei campi anche con la polifonia di Mozart.  La cerimonia di consegna, organizzata dall’Assostampa, avrà luogo lunedì 30 aprile alle ore 12.00 nell’oasi San Bartolomeo a Caiazzo in occasione della terza giornata della Nona Mostra Mercato di Giardinaggio, Artigianato ed Enogastronomia “Giardini del Volturno”. Oltre che al Maestro Vessicchio il Premio, giunto alla quarta edizione, andrà anche ai benemeriti del territorio, in particolare quello attraversato dal fiume Volturno, il corso d’acqua più lungo del Sud, simbolo non solo naturalistico ma anche storico di Terra di Lavoro. Le scelte sono state curate dall’apposita commissione composta dal sindaco di Caiazzo Tommaso Sgueglia, dai giornalisti Michele De Simone e Franco Tontoli, dall’architetto Nicola Tartaglione dirigente Associazione Gia.Da, da Maria Rosaria Iacono dirigente dell’Associazione Giardino Semplice, dall’imprenditore Loreto Marziale dirigente della Associazione “Giardini del Volturno”, dal designer e artista Alberto Grant. Questi gli altri premiati: Chiara Di Malta, ricercatrice al Tigem di Napoli, rientrata da un lungo periodo in Usa nella natia Capua, nota per gli studi e le scoperte scientifiche in oncologia; Massimo Ponticorvo di Alvignano, amministratore dell’omonimo caseificio che festeggia quest’anno il mezzo secolo di attività; Rosa Salemme Valentino, presidente del Garden Club Caserta, che celebra il quarantennale dalla fondazione; infine un premio speciale alla Cooperativa Canapa Campana per il rilancio della storica produzione.