CANCELLO ARNONE, FAMIGLIE CONTRO L’INSTALLAZIONE FORNO CREMATORIO NEL CIMITERO

0

CANCELLO ARNONE – Delle famiglie della città hanno voluto scrivere una lettera aperta ai candidati sindaci chiedendo loro di ridiscutere l’idea di installare un forno crematorio nel cimitero comunale: “Spett.Li candidati a sindaco, ancora una volta, stiamo assistendo nella nostra Cancello ed Arnone a una campagna elettorale sterile che punta solo a demonizzare l’avversario. Nessun futuro amministratore sta tentando di affrontare proponendo soluzioni credibili i veri temi che riguardano i cittadini. Lo dimostra ad esempio il silenzio calato sulla volontà della giunta uscente di realizzare un forno crematorio nel cimitero comunale di Arnone. In linea di principio, non siamo contro alla cremazione, pratica rispetto alla quale anche la Chiesa si è espressa con favore recentemente; ma sui forni crematori istallati a ridosso dei centri abitati sì, siamo contrari. Forse chi vive in via Colombo non avverte il nostro disagio. Chi invece risiede in via Cavour, in via De Salici e in via Consolare è legittimamente preoccupato. Per quanto oggi gli impianti siano all’avanguardia, non esistono forni a impatto zero e sulle loro emissioni nell’aria la comunità scientifica resta prudente. Noi riteniamo che la cremazione sia una scelta rispettabile, ma che vada compiuta in luoghi idonei, lontani dalle case e che garantiscano la massima sicurezza per le comunità. Tra l’altro ci risulta che città vicine alla nostra stiano realizzando dei forni crematori e i lavori siano praticamente in dirittura d’arrivo. Che senso ha allora, ci rivolgiamo a Raffaele Ambrosca, a Bartolomeo Di Benedetto e a Ercole Del Gaudio, costruire un forno anche nel cimitero di Arnone? Perché esporre i cittadini a un pericolo, se pur solo potenziale, quando a pochi chilometri ci saranno, da qui a qualche mesi, altri impianti? Se il solo motivo che ha spinto la giunta uscente a promuovere la cremazione è quello di dare la possibilità a chi lo desidera di accedere a questa pratica, il problema è già risolto. Pertanto noi chiediamo a voi candidati a sindaco di esprimervi, con chiarezza e al più presto, su questo tema con un categorico “no” : chi ci darà maggiori garanzie avrà il nostra fiducia. Siamo un gruppo di famiglie compatte e determinate: il nostro voto può fare la differenza!”