OSPEDALE, OGGI MANCA …LA CARTA, DOMANI CHISSÀ

0

(f.n.) – Corre voce che oggi in Ospedale, siano stati tutti impegnati in un volantinaggio “augurale” per il genetliaco del Magnifico…ma per risparmiare sulla materia prima, pare siano stati utilizzati allo scopo, gli stampati per le cartelle cliniche, con su scritto W il Direttore!!!…ed i ricoveri dei pazienti stamani sono stati, infatti, registrati su fogli volanti tenuti insieme dal click della spillatrice…Ahiahiahi…i controlli sono una cosa seria altrimenti che controlli sono?, o per controllo si intende bypassare le  necessità primarie di un Ospedale e correre dietro al nulla, infiocchettando il proprio curriculum di stage dedicati alla delazione?, visto e considerato che la carriera di alcuni si svolge esclusivamente in questa maniera…Invece di andare in giro, camice longuette al profumo di Armani, per controllare chi lavora e chi si spara le pose dello stressato cronico…sarebbe opportuno che i “missi dominici” anzi “tettici” controllassero anche durante la notte… chi c’è, dov’è, chi lavora e chi sta da un’altra parte e visto che controllano…controllino infine chi fuma e soprattutto dove si fuma…Che uso è stato fatto delle segnalazioni relative alle nuvolette di fumo che si intravedevano nel Nido?, il controllo è stato effettuato o dobbiamo essere sempre noi, brutti, sporchi e cattivi, a riferire luogo, ora, mezz’ora e dimensione vespertina?, o che potrebbe trattarsi del turno mattutino???, dopo aver fatto il caffè con un bel fornellino elettrico regolarmente “non a norma”?, Vogliamo per caso controllare se i fornellini made in China, sono stati eliminati in toto, oppure continuano a presiedere al relax con la loro esotica presenza?, dall’ultimo piano del padiglione D all’interrato del padiglione C transitando per il Pronto Soccorso sembra di essere al mercatino di Wong fu Jong…Non è sufficiente emanare editti, minacciare sfracelli ed affiggere diposizioni …è indispensabile controllare che le regole vengano rispettate e sanzionare di conseguenza i dirigenti che non si adoperano affinché vengano, appunto, osservate…A proposito…ma al terzo piano della palazzina bianca in fondo al parco, il caffè si fa ancora con la Moka o siamo passati alle cialde?,…fa tendenza…Dai…si accettano scommesse…E volendo dedicare in chiusura, un pensierino al caro, ma soprattutto solerte, direttore Gaetano Gubitosa, il quale più volte al giorno ordina di controllare le presenze per cercare di “beccare” chi si allontana eventualmente di “stramacchia”…verrebbe quasi malignamente da chiedergli se ciò che conta è “esserci” al momento del controllo e se “esserci” fisicamente conti molto più che essere produttivi…Infatti, a quanto pare, se giochi a poker dietro al computer ha poca importanza, purché tu sia allineato e  coperto al momento giusto…sentite …ma sapete che così non si va da nessuna parte?, lasciamo perdere e pensiamo a  comprare la carta… Ci auguriamo che il pancanasta sia stato all’altezza del compleanno del dominus della Sacra Trimurti…e non vi abbiano somministrato il solito tramezzino “sereticcio”, che qualcuno contrabbanda per prelibatessen… Hasta la vista!