FORMATO (PD MADDALONI): SONO IN ATTO LE SOLITE OPERAZIONI DI TRAVASO

MADDALONI – “Nonostante il sequestro dei verbali elettorali da parte della Direzione Distrettuale Antimafia non abbia ancora consentito l’insediamento del nuovo consiglio comunale, negli ultimi giorni due fatti di importante rilevanza politica sono accaduti in città: l’adesione alla Lega di Claudio Marone e Filippo Iacobelli – consiglieri comunali in pectore di maggioranza, candidati rispettivamente nelle civiche “Riscossa di Maddaloni” ed “Orientiamo Maddaloni” – e la spaccatura dell’alleanza civica che ha sostenuto la candidatura a sindaco di Bruno Cortese”. Comincia così la nota del Segretario del PD di Maddaloni, Alfonso Formato.

 “Entrambi i fatti, – continua – aprono una riflessione necessaria sulle ragioni che ispirano la maggior parte dei movimenti civici che, come accaduto anche il 10 giugno scorso, si propongono di volta in volta alla città. Ragioni, quasi sempre, utilitaristiche e di mera opportunità elettorale. Operazioni permeate di quel trasformismo sfrenato che ha completamente sfaldato il tessuto politico cittadino, e che alimentano sempre di più il senso si sfiducia che i cittadini avvertono nei confronti delle istituzioni.

Assisteremo probabilmente a delle esaltazioni della peggiore accezione della retorica, ma attenderemo ugualmente i prossimi comunicati stampa e l’insediamento del consiglio comunale per provare a comprendere alcune cose. Come ci si può proclamare “civici”, essere eletti ed in seguito aderire ad un partito di governo in poco più di due settimane? Ed ancora, quale posizione “di merito” può portare alla spaccatura di quella che dalle urne è uscita come maggiore forza di opposizione, prima ancora che si insedi addirittura il consiglio comunale? Ci auguriamo che non siano già in atto le solite operazioni di travaso, volte a rimpinguare i numeri della maggioranza in cambio di qualche mancia.

A questo modo di fare politica il Partito Democratico di Maddaloni ha deciso di opporsi in maniera decisa, presentandosi alla città con una proposta chiara e del tutto riconoscibile. Una proposta volta a riaffermare la centralità dei partiti nella tenuta del sistema democratico e nella strutturazione della proposta politica. All’opportunismo preferiremo sempre la coerenza, continuando a perseguire un unico obiettivo: quello di ricostruire un nuovo centrosinistra in città, in grado di dare risposte concrete ai bisogni dei maddalonesi e di condurre un’opposizione seria e costruttiva all’attuale amministrazione. E’ una sfida che intendiamo giocare su due campi: dentro il consiglio comunale e soprattutto fuori, in città, dove bisognerà ritrovare quel senso di comunità che in parte si è perduto.

Non abbiamo mai avuto la presunzione di credere di poterci riuscire da soli, neanche prima delle amministrative. – termina il segretario cittadino dem – E’ per questo che continueremo a cercare di dialogare con quelle forze civiche sane, anche a quelle oggi distanti o fuori dal consiglio comunale, che condividono i nostri valori e che vivono l’impegno politico con l’obiettivo di contribuire a tutelare il bene comune, e non per perseguire tornaconti personali. Sono questi i presupposti di un confronto necessario affinché, chi condivide questo orizzonte, possa contribuire – per la propria parte ed al fianco del Partito Democratico – alla nascita di un nuovo centrosinistra in città”.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+