TRUFFAVANO COMUNE E CITTADINI CON LA LORO SOCIETA’ DI RISCOSSIONE, DENTRO I ‘CAPI’ DI CSI

0

MADDALONI – I Carabinieri hanno arrestato, nella giornata di oggi, due uomini accusati di truffa aggravata e peculato ai danni di molti cittadini. Francesco D’Alonzo, consulente aziendale di Centro Sicurezza Italia srl e capo del personale della società Centro Servizi Italia, e Angelo Calabrò, amministratore unico di entrambe le società, sono finiti in manette dopo la richiesta della Procura della Repubblica di Santa Maria Capua Vetere. I due non avrebbero versato al Comune la percentuale dovuta sulle tasse locali pagate dai cittadini per quasi sei anni; la società, che si occupava infatti in passato di riscossione di crediti sulla Tarsu (Tassa dei rifiuti), canoni idrici e del parcheggio , avrebbe operato il suo raggiro sui canoni idrici: la CSI avrebbe infatti trattenuto negli ultimi anni, per i primi due affari, parte del denaro che doveva essere versato al Comune, con i clienti che si vedevano recapitate delle bollette che avevano già pagato. Sui parcheggi invece guadagnavano sulle soste vietate, ‘gonfiando’ il numero; modi per poter spillare soldi all’amministrazione su cui la Procura ha fatto luce.