S.M.C.V., SPESE GIUDIZIARIE: IL TAR LAZIO DISPONE L’INTEGRAZIONE DEL CONTRADDITTORIO

0
5

PROSEGUE IL GIUDIZIO TRA IL COMUNE E LA PRESIDENZA DEL CONSIGLIO DEI MINISTRI PER LE ANTICIPAZIONI DELLE SOMME ANTICIPATE PER LE SEDI GIUDIZIARIE

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Con ordinanza 8387 del 25 luglio 2018 il Tar Lazio ha disposto l’integrazione del contraddittorio a tutti gli Enti destinatari dei provvedimenti impugnati; il giudizio è stato promosso dal Comune di Santa Maria Capua Vetere nel 2017 e si riferisce all’impugnazione del decreto della Presidenza del Consiglio dei Ministri che aveva determinato per tutti i Comuni italiani sede di strutture giudiziarie le somme spettanti rispetto alle somme anticipate negli anni dal 2011 al 2015.

La decisione di fare causa contro il provvedimento della Presidenza del Consiglio dei Ministri venne presa all’unanimità a seguito di un proficuo confronto con le forze di minoranza, anche in considerazione della rilevanza delle somme anticipate dal Comune di Santa Maria Capua Vetere. La decisione presa dal Tar appare un importante passo avanti nello sviluppo del giudizio promosso dall’Ente Municipale.