ASL TRA SCREENING, MARKETING E CACHET

0

(f.n.) – Cala il sipario sullo spettacolo allestito per la promozione delle attività di prevenzione e screening dei tumori organizzato in pompa magna dall’Asl Caserta, o meglio, dal Dirigente del Progetto “Terra dei Fuochi”, nonché Dirigente del Progetto “SANIARP”, nonché Dirigente del Servizio Controllo Interno di Gestione, nonché. Dirigente del Servizio Trasparenza, nonché Dirigente del Servizio Informatizzazione del’Asl…nonché tutto, per intenderci… cala il sipario, speriamo,  anche sul nuovo look del manager De Biasio…frangetta argentea alla moda…la stessa che ha sfoggiato a Rai 3 mentre sullo sfondo si notava e non si sa perché, l’Ospedale di Caserta…E torniamo al Teatro Comunale che ospita ben 400 posti a sedere e se togliamo la moltitudine di dipendenti chiamati a raccolta, che hanno occupato parzialmente le poltrone della platea, il cittadino, sembra, non essere caduto preda del fascino dei vari Massimo Lopez, sia pure bravissimo o di quel Red Ronnie, peraltro annoiato ed approssimativo,  noto alle cronache quale strenuo assertore dei NoVax. Una campagna di sensibilizzazione, che va avanti da anni e con grossi impegni economici, che a quanto pare non sta dando grandi numeri di adesione se è vero, come è vero, che la Regione ha inviato a Caserta alcuni sanitari del Pascale nel tentativo di “rivitalizzare” gli scarni risultati ottenuti dai megamanager di Via Unità Italiana. Ma veniamo agli impegni economici sbattuti sul tavolo. A parte il cachet già esborsato per la partecipazione di Massimo Lopez di Euro 3.125,00, e di Red Ronnie per un importo di Euro 2.729,80, oltre alle altre comparsate, il tutto già preventivato anticipatamente in data 03.06.2018, dobbiamo registrare la Determina n. 6685 del 22.09.2018, sempre a firma del “direttoreditutto” che ha elargito la bellezza di Euro 3.782,00 alla Ditta Publipeas per il supporto organizzazioni manifestazioni screening. La dimostrazione provata del flop della campagna di screening, la troviamo, inoltre, nella Determina firmata 6683 del 22.09.2018 che affida per un importo di oltre 20.000, 00 Euro alla Ditta PIRENE di Firenze l’Affidamento del Servizio di Promozione Porta a Porta della Campagna di Prevenzione per Screening e Vaccinazioni”. Siamo arrivati al “porta a porta”?, c’è qualcuno che si aspetta di vedere Vespa dall’occhio di bue… e soltanto in quel caso aprirà…E che dirà Red Ronnie delle vaccinazioni? Come non ricordare ben altre iniziative come quella della partecipazione a totale titolo gratuito di Fausta Vetere della Nuova Compagnia di Canto Popolare? La “campagna di promozione” non si conclude… Sembra che qualche figliola dell’entourage, alla quale, la laurea in medicina non arreca troppe soddisfazioni e preferisce l’arte del teatro e dello spettacolo, speri di trovare un ottimo sponsor nel più accorsato Massimo Lopez, ormai di casa all’Asl di Caserta. Quel Massimo Lopez che, sembra, avere qualche cugino in quel di Bacoli che, a sua volta, potrebbe essere interessato a qualche Avviso Pubblico per Veterinari bandito dall’Asl di Caserta. Ma guarda il caso… Un parente, uomo di spettacolo e molto amico, della figliola laureata in medicina di unoc he conta …assai… ma con la passione del Teatro. Parliamo di quei Veterinari che hanno prodotto domanda e partecipato ad un Avviso Pubblico a tempo indeterminato senza avere la specializzazione in Igiene Animale, conditio sine qua non, e che per ottenerla pare stiano subissando di richieste l’Università di Napoli. Fuori tempo massimo! Ma di questo avremo modo di parlare. Per ora siamo in attesa che  bussino alla porta ben 4 Hostess esperte in Comunicazione e, con marcato accento toscano, per ritirare il “materiale”. Hasta la vista!….