OSPEDALE, CONCORSO-FARSA, IL DOTTOR NARDI SI RIVOLGE ALLA PROCURA

(f.n.) – Questa è una storia che potrebbe usufruire di un titolo da film western o addirittura una saga… “come far fuori un docente di matematica legittimando il giudizio di tre docenti di economia domestica e vivere felici e contenti ma soprattutto impuniti” ….se si sostituiscono gli ingredienti e riuscissimo a non vergognarci troppo, potrebbe diventare l’epilogo di una di quelle saghe ospedaliere, che hanno fatto la storia del glorioso Ospedale di Caserta, che oggi rischia davvero di giocare il suo ultimo bluff e perdere miseramente… oggi… dopo aver rappresentato nell’immaginario collettivo, tutto ed il contrario di tutto, grazie alla capacità ed alla incapacità, alla intelligenza o ignoranza grassa di coloro che nel tempo lo hanno governato….passando per l’ultima definizione “Ospedale della Camorra” la più ignobile ed ingiusta, se affidiamo al termine camorra il suo significato puro ed intimamente delinquenziale, che ha penalizzato tanti professionisti e tante persone perbene….ma che trova la sua piena giustificazione in un modo di fare diventato “sistema di potere interno”, in cui saltano regole, rapporti, umanità, merito…Il termine orribile trova piena giustificazione nell’assistenza negata “de facto”,  nell’annullamento “de facto” delle possibilità di crescita e di miglioramento, nel disegno perverso che elabora un futuro per gli amici degli amici e che macina senza pietà e distrugge e mortifica il merito. Se i licenziamenti emblematici dei primari Gregorio Salvarola e Carmela Buonomo, hanno provocato un senso di pericoloso sgomento, il concorso da operetta che ha falciato intenzionalmente, il primario di Chirurgia Vascolare Federico Nardi,  lasciando intravedere un metodo ed una procedura che rivendica fin da ora per il prossimo futuro ed i prossimi concorsi,  un’attenzione costante da parte nostra, ha fatto saltare gli ultimi scrupoli residui ed anche l’ultima speranza…la possibilità che non fosse tutto così irrecuperabile….Il dottor Federico Nardi, dopo lo schiaffo ricevuto immeritatamente  ha querelato i responsabili…denunciando i fatti. Il dottor Nardi, dirigente medico nell’Unità Operativa di Chirurgia Vascolare dell’Aorn, ha ricevuto l’incarico di direttore ff dell’Uoc di cui sopra il 28 febbraio 2008, ruolo che gli fu confermato con più deliberazioni successive. Il 18 giugno u.s. l’Aorn bandisce la selezione interna per l’incarico temporaneo di dirigente medico dell’UOC di Chirurgia Vascolare ed il 28 dello stesso mese, nominata la commissione esaminatrice i candidati sono stati ammessi alle prove. Altri undici bandi di selezione inoltre venivano banditi dall’Aorn. Il dottore Nardi si accorge immediatamente che qualcosa non quadra…. sono i criteri di valutazione: 50 punti attribuiti a carriera, esperienza, pubblicazioni, e 50 punti attribuiti  all’esito della prova orale…Una netta sproporzione! I candidati sono due…ad un giudizio oggettivo il dottor Nardi è superiore dal punto di vista professionale, ma evidentemente tutta la tiritera di apparente legalita’ e compostezza ed apparente perfezione, è orientata strategicamente a far apparire inattaccabile l’eliminazione di Nardi. Sui 50 punti del merito non si poteva scherzare ma sui 50 punti dell’orale tutto poteva trasformarsi in opinabile,   soprattutto se le intenzioni miravano a fare in modo che lo fosse…Così è stato ma…nessun delitto è perfetto e neppure la trama ordita in questo caso è tale da non dar luogo a sospetti e dubbi…Diamo un’occhiata alla commissione…A differenza delle altre commissioni nominate nelle altre selezioni, i commissari nominati per il concorso di Chirurgia Vascolare, non erano specialisti della materia… il direttore dell’Uoc di Chirurgia Asl di Avellino ed il  direttore dell’Uoc di Chirurgia Oncologica  dell’Aorn di Caserta…quindi non soltanto per la Chirurgia Vascolare non si è ritenuto di chiamare in commissione specialisti della materia…ma addirittura si nomina un commissario che risulta essere un chirurgo della stessa struttura sanitaria del concorrente. Di tutto il gruppo di professionisti interessati, l’unico Chirurgo Vascolare era il dottor Federico Nardi…il quale per poter contare su un giudizio all’altezza sulla sua preparazione, avrebbe dovuto interrogare se stesso!, decisamente, forse soltanto a Caserta e soltanto con questa Direzione strategica si è arrivati a tanto….C’è trastula e trastula ma ci vuole stile anche nella trastula. Ma non finisce qui, perché il dottor Nardi, stupito dalla presenza del collega nella commissione esaminatrice, ha chiesto spiegazioni e la Direzione, ineffabile, rispondeva che nessun primario della Regione Campania, ahimé, aveva dato la propria disponibilità….Soltanto un ingenuo o un arrogante, non avrebbe calcolato che si stava parlando di colleghi del dottor Nardi, i quali, ovviamente, interpellati, hanno risposto di non aver ricevuto alcuna convocazione ….Sconcertato per quanto stava accadendo il dottor Nardi decide di inviare una diffida alla direzione sanitaria e al direttore dell’Uoc Gestione Risorse Umane, chiedendo di annullare la graduatoria e la nomina del vincitore. Dalla direzione dell’Aorn silenzio tombale…ma non solo…dopo la diffida infatti l’Aorn ridà vita nientedimeno che al concorso per l’incarico quinquennale “rimasto in sospeso”. L’Aorn assume questa decisione esclusivamente per l’UOc di Chirurgia Vascolare e per il “conferimento ad incarico definitivo a primario”, ammettendo al concorso tre candidati tra i quali il dottor Federico Nardi…Dopo l’incredibile messe di articoli 18…adesso l’Aorn fa i salti mortali per un incarico definitivo…e lo fa per la Chirurgia Vascolare soltanto! Santi Numi…quale meravigliosa presunzione di infallibilità…Non si annulla il bando con il quale si era affidato l’incarico in via provvisoria, non si è provveduto a rispondere alla diffida di Nardi e si dispone l’assegnazione in via stabile ad un primario…È appena il caso di sottolineare che i 30 giorni concessi dalla legge alla pubblica amministrazione per rispondere alle diffide sono abbondantemente trascorsi… Intanto il dottor Nardi riceveva una comunicazione che fissava per il 17 settembre u.s. lo svolgimento della prova orale…ma pochi giorni prima della data fissata, audite…audite… giunge la comunicazione del rinvio della stessa, a data da destinarsi. Il dottor Nardi diffida nuovamente l’Azienda chiedendo l’annullamento dell’assegnazione dell’incarico conferito in via provvisoria ex art.! Aorn, silenzio tombale… Il dottor Federico Nardi, rappresentato dall’avvocato Gianluca Giordano ha presentato un esposto alla Corte dei Conti per danno erariale, una denuncia -querela alla Procura della Repubblica nei confronti di tutte le persone che saranno ritenute responsabili all’esito delle indagini del reato di omissione di atti d’ufficio. Incommentabile!

Comments

  1. Ernesto ha detto:

    Dottoressa per curiosità ma le è stata notificata la denuncia di ferrante o è tutto un flop?

    1. Francesca Nardi ha detto:

      Buongiorno, grazie innanzitutto. Non mi è stato notificato nulla fino ad ora. Sono esclusivamente al corrente della delibera pubblicata con immediatezza e senza alcuna riservatezza. Resto in attesa, anzi… in trepidante attesa di avere la possibilità di denunciare a mia volta per calunnia, chi osa scrivere che io dico “falsita”. Mi auguro che codesta direzione strategica possa provare ciò che afferma, ma ne dubito. Grazie

  2. Luigi ha detto:

    Come si può continuare a lavorare in questo clima? Come si può assistere con serenità a persone che stanno male se poi i primi a stare male siamo noi operatori?

  3. Manuela ha detto:

    Massima solidarietà al prof Federico nardi. Non c’è paragone per professionalità e classe.

Comments are closed.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+
PUBBLICA ASSISTENZA SAN MICHELE SERVIZIO AMBULANZE 24 H24
Trasporto sangue e organi
Trasporto infermi
Assistenza medica e infermieristica
Assistenza sanitaria in manifestazioni di enti Pubblici e Privati
Accompagnamento per terapie e visite mediche
Autoriz. Reg. N°2007/24465

Ho compreso che...
le persone possono dimenticare ciò che hai detto.
le persone possono dimenticare ciò che hai fatto.
ma le persone non scorderanno mai come le hai fatte sentire.
Dott. Carozza Michele

339.5082804 - 335.6094623 - 0823.458796
VIA LIGURIA, 21 - 81020 SAN MARCO EVANGELISTA (CE)