OSPEDALE, OSS UMILIATA, POSTIGLIONE SCRIVE A FERRANTE E AL CUP? L’OSCAR DEL GARBO…

(f.n.) – Dicono che un breve, anche fugace, segnale di “presa d’atto”, sia sufficiente a ridarti fiducia e forza per continuare…ebbene… è così! Il direttore generale del coordinamento del Sistema Sanitario Regionale, avvocato Antonio Postiglione, è stato ufficialmente informato della incresciosa vicenda vissuta dall’Operatrice socio sanitaria che, da Milano, aveva chiesto l’assegnazione temporanea all’Aorn di Caserta e mentre la sua richiesta veniva praticamente ignorata, un collega che aveva gli stessi titoli, pur avendo fatto richiesta di trasferimento due mesi dopo di lei, in cinque giorni lo aveva ottenuto. L’avvocato Postiglione è stato rapidissimo nel recepire il problema e la richiesta di chiarimenti del legale della Oss ed a sua volta, ha richiesto con urgenza al manager Ferrante, una relazione dettagliata sull’argomento. E seguendo il percorso tracciato da questa schiarita improvvisa, auspichiamo che la direzione strategica si dia una scrollata, esca dagli schemi arrugginiti e maniacali di coloro che si “frusciano” di appartenere al paradiso degli “eroi perseguitati”, diano un taglio alle manovre isteriche della sorveglianza e si decidano ad uscire dal vicolo cieco dell’approssimazione. Un rapido sguardo panoramico all’ambulatorio centrale darebbe loro un’immagine precisa di ciò che significa maleducazione, menefreghismo, disservizio…. e di conseguenza un quadro preciso di “dove si deve mettere mano”. I fatti:…Una signora di 65 anni aveva prenotato, telefonicamente, una visita specialistica…ieri mattina si è recata al Cup per pagare il ticket…Il totem automatico non esiste ovviamente e ci sono 26 numeri prima della signora…La signora aspetta…rigorosamente in piedi… sono appena le 9…paga e si avvia verso gli ambulatori centrali…la signora guarda verso il monitor ma ha difficoltà…non comprende…allora si avvia verso il banco e con educazione, un po’ timidamente, chiede alla signora dietro al banco alcune informazioni…Probabilmente… se alla signora in posa dietro al banco avessero sferrato un pugno in piena faccia o avessero scorticato vivo lo zio prete, la gentildonna non avrebbe reagito con quel tono….risponde in maniera agitata alla signora e le intima quasi, di andarsi a sedere, perché l’avrebbero chiamata con il numero… La signora chiede scusa…Arrivano le 11…ma la signora non è stata chiamata… si alza e si dirige verso il bancone…a bassa voce chiede spiegazioni sull’attesa prolungata,  sempre alla stessa signora di prima, che la guarda …come fosse una rimbambita che qualcuno lascia andare, impunemente, in giro da sola…Intanto da dietro quella porta in alluminio laggiù, giunge la voce di un uomo che, probabilmente in preda alle allucinazioni, crede di essere al mercato rionale, perché urla come se stesse offrendo i sacchi di patate ad un prezzo ribassato…A mezzogiorno la signora di 65 anni se ne va…Tre ore di ritardo sulla prenotazione…Ha fatto la sua visita con una brava dottoressa, sempre gentile…ma lei è umiliata…e si chiede se quella signora dietro al banco, (lei non sa che è una duchessa che non si rassegna alla caduta della monarchia) quella signora che indossa un camice bianco, abbia il diritto di trattarla come un numero…abbassa la testa e va via…dietro di lei un tizio gira in canottiera e camice, urla con tutti…Eh si…il personale è scorbutico e maleducato, arrogante soprattutto con coloro che non riescono a comprendere i criteri di chiamata…nessuno di essi porta il cartellino, pertanto non è possibile identificarli….sono in sintonia, nel loro apparente e comodo anonimato, con questa area  fatiscente corredata da servizi… assai sovente…  sporchi…Invece …la “signora” dietro al bancone, dovrebbe fare richiesta di trasferimento alla Nasa, perché qui, a giocare con i numeri, è davvero sprecata…Hasta la brusquedad!

Comments

  1. Luigi ha detto:

    Cara dottoressa l’omaccione in canottiera che urlava è il caposala ma nessuno lo manderà al consiglio di disciplina ne avrà alcun richiamo perché è nelle grazie della direttrice sanitaria ed è un sindacalista. Come avrà potuto costatare direttamente certi personaggi come per l”art 9 non vengono toccati perché ferrante si mette paura dei sindacati.

Comments are closed.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+
PUBBLICA ASSISTENZA SAN MICHELE SERVIZIO AMBULANZE 24 H24
Trasporto sangue e organi
Trasporto infermi
Assistenza medica e infermieristica
Assistenza sanitaria in manifestazioni di enti Pubblici e Privati
Accompagnamento per terapie e visite mediche
Autoriz. Reg. N°2007/24465

Ho compreso che...
le persone possono dimenticare ciò che hai detto.
le persone possono dimenticare ciò che hai fatto.
ma le persone non scorderanno mai come le hai fatte sentire.
Dott. Carozza Michele

339.5082804 - 335.6094623 - 0823.458796
VIA LIGURIA, 21 - 81020 SAN MARCO EVANGELISTA (CE)