DOMENICA IL RUGBY CLAN SANTA MARIA CAPUA VETERE AFFRONTA IL NAPOLI AFRAGOLA

SANTA MARIA CAPUA VETERE – Serie C1, il Rugby Clan Santa Maria Capua Vetere affronta in casa il Napoli Afragola, domani mattina domenica alle ore 11,30, presso lo stadio Casino. Partita importantissima per i Gialloblu di casa, pronti per il match domenicale che vedrà il rientro sul campo di Alessio Cocchiaro, giocatore di spessore della seniores, e De Cicco, ex Aquila top ten. E come lo stesso presidente Peppe Casino del Rugby Clan ha dichiarato: “Se il campo sarà asciutto dovremo assistere davvero ad un bello spettacolo tecnico; se sarà bagnato, allora assisteremo ad una bella battaglia.” Quello di domenica sarà un duello importantissimo poiché prima ancora di scendere in campo, tra le fila dei Gialloblu vi è stata una mischia con rinnovamento, grazie all’inserimento di giocatori provenienti dalle giovanili. Lo stesso presidente Casino ha preso atto di questa nuova compagine che dovrà fare i conti col ridotto peso ed esperienza sul campo, ma non sulla minore forza di volontà e di passione che spesso sono armi vincenti. La squadra appare però ben amalgamata, poiché è dall’inizio degli allenamenti, dopo la pausa estiva che la seniores ha allargato la preparazione anche agli atleti delle giovanili, per rinverdire il gioco e la panchina. Dunque, come da tradizione, la prima squadra del Rugby Clan di Santa Maria C.V. , si presenterà con i tre quarti molto evoluti tecnicamente, formazione che ha già consentito ai Gialloblu di pareggiare in maniera rocambolesca, domenica scorsa contro gli Amatori Napoli, squadra di vertice.

Porte aperte alla città e ai tifosi tutti, quindi domenica allo stadio Casino, per la partita, la terza del campionato C1. La squadra si prepara ad affermare la propria fame di vittorie e di riscatto, in un momento molto particolare del clan per i numerosi cambiamenti e avvicendamenti che si sono verificati, Un’ aria di rinnovamento, di crescita sul territorio grazie anche al lavoro che il Clan sta svolgendo presso le varie scuole di primo e secondo grado, portando il gioco della palla ovale anche tra i docenti.

PGlmcmFtZSBzcmM9Imh0dHBzOi8vd3d3LmZhY2Vib29rLmNvbS9wbHVnaW5zL2xpa2UucGhwP2hyZWY9aHR0cHMlM0ElMkYlMkZ3d3cuZmFjZWJvb2suY29tJTJGYXBwaWFwb2xpcyUyRiZ3aWR0aD0xMTQmbGF5b3V0PWJ1dHRvbl9jb3VudCZhY3Rpb249bGlrZSZzaXplPXNtYWxsJnNob3dfZmFjZXM9ZmFsc2Umc2hhcmU9ZmFsc2UmaGVpZ2h0PTIxJmFwcElkPTE4NTQ2NTgzNjgxNzczOTAiIHdpZHRoPSIxMTQiIGhlaWdodD0iMjEiIHN0eWxlPSJib3JkZXI6bm9uZTtvdmVyZmxvdzpoaWRkZW4iIHNjcm9sbGluZz0ibm8iIGZyYW1lYm9yZGVyPSIwIiBhbGxvd1RyYW5zcGFyZW5jeT0idHJ1ZSI+PC9pZnJhbWU+